direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

G20 , Di Maio: “Dichiarazione di Matera sarà la pietra miliare dello sviluppo sostenibile”

FARNESINA

ROMA – In conferenza stampa dal G20 dei Ministri degli Esteri e dello Sviluppo che si è svolto in una prima sessione a Matera , il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio è intervenuto per spiegare gli esiti della ‘Ministeriale Esteri’ basata sul multilateralismo con un focus sul continente africano. Il ministro ha segnalato l’inaugurazione di un nuovo formato, quello della sessione congiunta esteri e sviluppo per la sicurezza alimentare, anche in considerazione delle maggiori difficoltà derivare dalla pandemia in corso: “occorre invertire la tendenza attuale che vede la fame nel mondo proiettata a 850 milioni di denutriti nel 2030”, ha dichiarato Di Maio riferendosi anche al Sahel e al Corno d’Africa. Il Ministro si è poi soffermato sulla Dichiarazione di Matera, un documento elaborato durante l’incontro in cui è stato ribadito il comune impegno contro l’insicurezza alimentare. “Bisogna mantenere la sicurezza alimentare e concentrare gli sforzi della politica per arrivare ad effetti stabili a medio e lungo termine. Matera sarà una pietra miliare nel contributo del G20 per le questioni alimentari”, ha aggiunto Di Maio parlando anche dello sviluppo sostenibile e della lotta ai cambiamenti climatici con un multilateralismo efficace che è stato importante per esempio per i vaccini. “Anche su impulso italiano è nato il quadro collaborativo globale e inclusivo”, ha precisato Di Maio ricordando anche gli obiettivi dell’agenda 2030. “Il 2021 è un anno cruciale per rilanciare la cooperazione internazionale su questi temi: le conferenze Cop26 e Cop15 offrono occasioni irripetibili”, ha spiegato Di Maio per il quale è evidentemente importante sfruttare la scia di queste occasioni per rilanciare gli accordi di Parigi sul clima. La riunione ‘pre-Cop’, in preparazione di Glasgow, sarà in Italia e per la prima volta i giovani saranno coinvolti nei processi negoziali sul clima. “Come presidenza G20, l’Italia lavorerà per favorire la convergenza internazionale per il rilancio dell’interscambio e degli investimenti basata sull’internazionalizzazione e l’innovazione di piccole e medie imprese”, ha puntualizzato Di Maio vedendo nello sviluppo del continente africano una pedina fondamentale con il suo potenziale di crescita. “Ogni miglioramento nelle condizioni di vita di queste popolazioni avrà ripercussioni positive per entrambi i lati del Mediterraneo”, ha aggiunto Di Maio ricordando l’appuntamento del 7-8 ottobre a Roma ‘Incontri con l’Africa’. “Un sistema sostenibile è tale se è globale: gli africani non siano più costretti ad abbandonare le loro terre”, ha affermato Di Maio rispondendo ad una domanda della stampa su quali fossero programmi e investimenti dell’Italia in un continente come l’Africa. Sarà inoltre prevista la figura di un incaricato speciale dell’Italia ai tavoli multilaterali per le questioni legate al clima, come fatto già da USA, UK e Germania. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform