direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Michele Colombino (Piemontesi nel Mondo): Uniti dagli eventi per un percorso comune

ASSOCIAZIONI

 

TORINO – Mentre dal 3 al 5 luglio scorso si effettuavano a San Pietro Val Lemina (To) le cerimonie commemorative per il 40° del Monumento “Ai Piemontesi nel Mondo” assurto a monumento “simbolo” della nostra emigrazione, riscuotendo grande interesse sia per la presenza di piemontesi emigrati, appositamente rientrati a proprie spese da 10 nazioni, sia per l’interesse dei mass media e le tantissime adesioni  pervenute, a Torino si insediavano il nuovo Consiglio Regionale del Piemonte presieduto da Mauro Laus e la nuova Giunta presieduta da Sergio Chiamparino.

Doverosamente e con profonda stima l’Associazione Piemontesi nel Mondo saluta i nuovi consiglieri regionali eletti nella consultazione politica del 25 maggio scorso e in particolare il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, già sindaco di Torino dal 2001 al 2011, augurando a tutti un proficuo lavoro in favore della nostra regione subalpina.

Chiedendo altresì di non dimenticare la fiumana dei piemontesi emigrati che dignitosamente costituiscono “l’altro Piemonte nel mondo”.

I nostri piemontesi oltre confine hanno realizzato ciò che ha reso “grande” l’emigrazione, ossia amalgamarsi nel tessuto sociale delle nuove nazioni di insediamento, senza tuttavia perdere le proprie radici. La loro esemplare presenza a livello internazionale testimonia una realtà che  supera il sistema degli Stati, delle Nazioni, delle regioni e delle aree geo-politiche, per collocarsi in un ambito più vasto che dà al  fenomeno connotati completamente diversi.

In Italia non sempre si ha la piena consapevolezza del valore delle nostre comunità all’estero; spesso non si conoscono o sono sottovalutati i traguardi raggiunti dai nostri emigrati, il peso da loro assunto nei paesi ospitanti e l’importanza che possono avere nei rapporti internazionali. Motivo per cui anche in questi periodi di crisi che non finiscono mai e che gravano pesantemente sulla realtà regionale, occorre una doverosa attenzione verso i nostri piemontesi radicati nei cinque continenti che costituiscono un patrimonio da considerare e da valorizzare.

Senza nulla chiedere d’impossibile, l’Associazione Piemontesi nel Mondo offre, come sempre, ai responsabili della Regione all’inizio di questa nuova legislatura, totale e leale collaborazione per mantenere attivo il ponte di raccordo con “l’altro Piemonte nel mondo”, sempre parte integrante della nostra Regione Subalpina.( Michele Colombino*- www.piemontesinelmondo.org /Inform)

*Presidente Associazione Piemontesi nel Mondo

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform