direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La senatrice Laura Garavini lascia il Partito democratico e aderisce a “Italia Viva”

PARTITI

“Credo, in coscienza, di trovare maggiori possibilità di successo per le istanze che io rappresento, nella nuova formazione politica che mi appresto a sostenere”

ROMA – Prende corpo la nuova formazione politica di Matteo Renzi “Italia Viva”. Per quanto riguarda il Senato sarebbero 13 senatori aderenti all’iniziativa politica: dodici provenienti dal Partito Democratico e uno da Forza Italia.

Lascerebbero il Pd insieme a Renzi: il ministro per le Politiche agricole Teresa Bellanova (che assume il ruolo di capo delegazione dei renziani al governo), Francesco Bonifazi, Eugenio Comincini, Leonardo Grimani, Giuseppe Cucca, Davide Faraone, Nadia Ginetti, Ernesto Magorno, Laura Garavini, Mauro Maria Marino, Daniela Sbrollini, Valeria Sudano.  A questi si aggiunge Donatella Conzatti di Forza Italia.

In proposito Laura Garavini, vice presidente della Commissione Difesa del Senato, eletta più volte in Parlamento nelle file Pd per la circoscrizione Estero-ripartizione Europa, parla di “decisione sofferta”. “L’esperienza all’interno del Partito Democratico, in questi anni, è stata per me straordinaria” ,assicura la senatrice . “Ho avuto il piacere – sottolinea – di conoscere e di lavorare insieme a migliaia di militanti, simpatizzanti ed elettori bravi, impegnati e capaci. E poi ho avuto il privilegio di essere a contatto con migliaia di italiane e di italiani di ogni ceto sociale. Gente che ho incontrato in centinaia di incontri negli ultimi anni e che sono e continuano ad essere la spinta per il mio impegno. Mi hanno fatto crescere umanamente e politicamente. Sono anche grata al Partito Democratico, dai livelli locali fino ai vertici nazionali. A tutte/i coloro che hanno aiutato negli ultimi anni ad ottenere risultati concreti per le persone che io rappresento. In questa fase – spiega – vedo purtroppo esaurita questa possibilità e credo, in coscienza, di trovare maggiori possibilità di successo per le istanze che io rappresento, nella nuova formazione politica che mi appresto a sostenere. Non in contrapposizione, ma accanto al Pd. Consapevole che le nostre battaglie sono le stesse”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform