direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Italia e Ciad firmano accordo di cooperazione in materia di difesa

RELAZIONI BILATERALI

A Palazzo Chigi

L’intesa è stata siglata dal ministro della Difesa Pinotti, e il ministro delegato per la Difesa Nazionale del Ciad  Bichara Issa Djadallah

 

ROMA – A Palazzo Chigi il ministro della Difesa Roberta Pinotti, e il ministro delegato per la Difesa Nazionale del Ciad, Gen. Bichara Issa Djadallah, hanno firmato un accordo di cooperazione in materia di difesa alla presenza del premier Paolo Gentiloni, e del presidente della repubblica del Ciad, Idriss Déby Itno. Lo rende noto il ministero Difesa. Si tratta di un primo passo particolarmente significativo per facilitare l’avvio di una collaborazione che si auspica nel tempo crescente con uno dei Paesi chiave dell’Africa centro-settentrionale. La firma dell’accordo di cooperazione in materia di difesa si inserisce nel contesto della rinnovata collaborazione dell’Italia con la regione del Sahel, che riveste un ruolo di rilievo nel quadro della strategia di gestione dei flussi migratori. L’intesa è stata firmata  nell’ambito dell’incontro tra il presidente del consiglio dei ministri Paolo Gentiloni, con il presidente della Repubblica del Ciad,  Idriss Déby Itno.  L’incontro, incentrato su relazioni bilaterali, situazione regionale e temi migratori,  ha rappresentato un momento importante per  la collaborazione con il Ciad in tema di gestione dell’emergenza umanitaria, del sostegno allo sviluppo sostenibile ed inclusivo e della lotta i traffici di esseri umani. L’occasione ha permesso di ribadire il fatto che l’Italia segue con particolare attenzione gli sviluppi di situazione nell’Africa sub-sahariana e nella fascia saheliana, connotate da uno scenario geo-strategico in rapida e continua evoluzione. Sottolineata anche la necessità di  proseguire nella strada del  contrasto alla minaccia terroristica, ovunque essa si manifesti. Nella lotta al terrorismo l’Italia è impegnata con un’attività che spazia dall’Afghanistan alla Somalia, dal Kosovo al Libano, dal nord dell’Iraq al Nord Africa. In questo quadro il Ciad può giocare un ruolo essenziale soprattutto nel contrasto al terrorismo di matrice islamica (BokoHaram) e nelle attività di controllo efficace delle frontiere. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform