direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Ministro Di Maio incontra il Ministro degli Esteri libico Mohammed Taher Siyala

ONU

L’Italia ha sempre sostenuto che non ci può essere alcuna soluzione militare alla crisi libica

NEW YORK – Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, ha incontrato ieria New York, a margine dei lavori dell’UNGA, il Ministro degli Affari Esteri libico Mohammed Taher Siyala. Il Ministro Di Maio nel confermare al suo omologo il sostegno italiano al Governo di Accordo Nazionale libico e agli sforzi del Rappresentante Speciale del Segretario generale ONU per la Libia Ghassan Salamè per il riavvio del processo politico, ha reiterato come l’azione dell’Italia si ispiri ad un approccio inclusivo attraverso il dialogo con tutte le componenti libiche e tutte le regioni del Paese, inclusa la Cirenaica ed il Fezzan, oltre alla Tripolitania.

Il titolare della Farnesina, nel ricordare la riunione di alto livello sulla Libia che co-presiederà questo giovedì a New York, insieme al Ministro degli Esteri francese, Le Drian, ha ribadito la forte preoccupazione italiana per la situazione sul terreno, che ha registrato una nuova escalation delle violenze, ed un crescente numero di attacchi contro le infrastrutture civili.

“L’Italia ha sempre sostenuto che non ci può essere alcuna soluzione militare alla crisi libica. Abbiamo ripetutamente richiesto la cessazione immediata delle ostilità e il ritorno al dialogo tra tutte le parti libiche con un approccio inclusivo. Il processo politico è l’unica strada per una stabilizzazione duratura e sostenibile della Libia, nell’interesse innanzututto del popolo libico e della stabilità e sicurezza dell’intera regione mediterranea”, ha dichiarato il Ministro Di Maio nel corso dell’incontro. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform