direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Ciao Italia!Un secolo d’immigrazione e di cultura italiane in Francia (1860-1960)”

ITALIANI ALL’ESTERO

All’Institut Français-Centre Saint-Louis di Roma la mostra itinerante 

 

Organizzati diversi eventi nell’ambito della mostra che rimarrà aperta fino al 13 aprile

 

ROMA – “Ciao Italia!Un secolo d’immigrazione  e di cultura italiane in Francia (1860-1960)”: a Roma , presso l’Institut Français-Centre Saint-Louis  (Largo Toniolo, 22) – la mostra itinerante ideata e realizzata dal Musée National de l’histoire de l’immigration di Parigi nel 2017. L’esposizione, ad ingresso libero, propone un itinerario geografico, socio-economico e culturale degli immigrati italiani in Francia .

“Ciao” fa parte di quelle parole che, accompagnando le migrazioni di milioni d’Italiani in tutto il mondo, sono state adottate dalle lingue dei paesi di accoglienza, come in Francia ,dove ormai fa parte del vocabolario corrente. Tra l’Ottocento e il Novecento, circa 26 milioni di italiani e italiane emigrano per motivi sia economici che politici. Una parte di essi si dirige in Francia che all’epoca mancava di manodopera. Gli italiani diventano così gli stranieri più numerosi in Francia dall’inizio del XX secolo fino agli anni ‘60. Oggi commemorata, la loro integrazione non avvenne comunque senza intoppi. Tra diffidenza e desiderio, violenze e passioni, rifiuto e integrazione, la mostra itinerante Ciao Italia! narra questa storia evidenziando l’apporto degli italiani alla società e alla cultura francesi.

L’esposizione , che  potrà essere visitata fino al prossimo 13 aprile, è stata inaugurata il 25 marzo con l’introduzione di: Hélène Orain, direttrice del Musée national de l’histoire de l’immigration di Parigi; Stéphane Mourlane e Isabelle Renard, curatori della mostra; Christian Masset, ambasciatore di Francia in Italia.

 

Nell’ambito della mostra “Ciao Italia!”sono stati  organizzati diversi eventi. Il  26 marzo  si è svolto all’ Ecole française (Piazza Navona 62) un convegno di ricercatori francesi e italiani dal titolo  “Migrazioni e circuiti di scambio tra Italia e Francia dall’Ottocento a oggi”. Sempre nell’ambito della mostra, il 1° aprile presso il Centre Saint-Louis  , a Largo Toniolo 22, viene  proiettato “Toni” , film del 1935 di Jean Renoir con Charles Blavette e Celia Montalvan .  Come molti italiani, Toni migra in Provenza per cercare lavoro e una vita migliore. Gli anni passano e Toni sposa Marie ma il suo vero amore è Josefa, una giovane spagnola anch’essa sposata ad un uomo che non ama. Tra gelosia e intrecci non riusciranno mai a vivere il loro amore.

L’11 aprile , ore 20.30 , presso il Centre Saint-Louis,sarà la volta di “Médinitali” spettacolo teatrale in lingua francese, interpretato da Cesare Capitani, autore del testo insieme ad Alberto Bassetti. Cosa spinge a scegliere di vivere in un paese che non è quello in cui si è nati? Si può vivere con due identità? Cesare Capitani condivide con il pubblico la sua esperienza di italiano all’estero in un monologo vivace che mescola clichés e riflessioni, aneddoti umoristici e momenti seri. Uno spettacolo a cavallo tra due lingue, due culture, due paesi…” Formato all’ex Piccolo Teatro di Milano, Cesare Capitani vive a Parigi dove lavora come regista, autore e attore. Una delle sue recenti creazioni “Io, Caravaggio” ha festeggiato la cinquecentesima rappresentazione al Teatro Off/Off di Roma nel febbraio 2019.

Il 4  e il 10 aprile, alle ore 18.30,  in programma laboratori culturali in lingua francese legati alla mostra. Il 4 aprile Musica– Ces italiens qui font chanter la France!; il 10 aprile Cinema–La France et l’Italie sur le grand écran, des années 1950 à aujourd’hui.

Prima dei laboratori, alle ore 18, prevista la lettura di estratti dell’opera “Les Ritals” di Cavanna. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform