direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Welfare e Benefits per cittadini stranieri residenti in Regno Unito, incontro online del Comites di Londra

ITALIANI ALL’ESTERO

 

LONDRA – Il Comites di Londra ha tenuto nei giorni scorsi un webinar a partecipazione gratuita dedicato al Welfare e ai principali Benefits che è possibile richiedere in Inghilterra e Galles, con un’attenzione particolare alle famiglie. Alessandro Gaglione (Presidente del Comites) ha introdotto i lavori spiegando brevemente cosa sono i Comites e quali funzioni abbiano: quindi organi di rappresentanza elettivi istituiti con legge dello Stato e riconosciuti dalle autorità diplomatiche all’interno di una data circoscrizione consolare. Il console Francesco De Angelis (in rappresentanza del Consolato Generale d’Italia a Londra) ha ricordato che anche l’autorità consolare può mettere in campo in via del tutto emergenziale e complementare strumenti atti ad aiutare il connazionale in difficoltà. Ad esempio connazionali indigenti possono ricevere una tantum dal Consolato aiuti anche materiali, chiaramente dovendo dimostrare di possedere tre requisiti: cittadinanza italiana, residenza nella circoscrizione consolare e stato di indigenza. “Mentre noi interveniamo in situazioni temporanee ed emergenziali, l’assistenza ordinaria è compito del Paese in cui si vive. Per i non residenti invece c’è il prestito con promessa di restituzione”, ha spiegato De Angelis. Arianna Destefanis (Community Adviser presso il Citizens Advice) ha fornito una panoramica generale su: welfare e right to reside, principali benefits (means tested), Universal Credit, child-benefits, DLA (Disability Living Allowance), aiuti e sgravi fiscali per il child-care, altri principali aiuti/esenzioni per nuclei familiari e donne in gravidanza, benefits calculators. Si è partiti dai cambiamenti introdotti dalla Brexit con il diritto di residenza per poi passare al Welfare che diventa ad ampio raggio per chi ha il Settled status mentre comporta delle limitazioni per chi ha il Pre-settled status. Sui Benefits si è parlato di means tested ossia quei Benefits che sono soggetti a test rispetto alle proprie capacità economiche; al contrario, i non means tested Benefits possono essere erogati a prescindere dal capitale posseduto. Tra i vari aiuti previsti dal Welfare britannico ci sono anche le esenzioni per le spese mediche che possono arrivare ad essere totali. Per le donne in gravidanza è previsto l’accesso a vouchers (Healthy Start Vouchers): oltre a questo, è prevista un’esenzione per le prescrizioni mediche.  Destefanisha ricordato che è possibile rivolgersi a patronati come ACLI, INAS/CISL, INCA/CGIL, UIM, SIAS Gran Bretagna. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform