direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Vietnam: missione del sistema Italia guidata dall’Ambasciatore Alessandro nella provincia di Thua Thien Hue. Cerimonia in ricordo di Carlo Urbani

RETE DIPLOMATICA

 

HANOI – Una missione del sistema Italia in Vietnam, guidata dall’Ambasciatore Antonio Alessandro, si è svolta nella provincia di Thua Thien Hue per partecipare ad una cerimonia in ricordo di Carlo Urbani e rilanciare i rapporti con una delle regioni più dinamiche e ricche di storia del centro del Vietnam.

L’Università di Medicina e Farmacia della Provincia ospita il Centro di sorveglianza epidemiologica intitolato a Carlo Urbani, l’esperto italiano dell’OMS che per primo nel 2003 individuò il virus della Sars in Vietnam e si adoperò con successo per il suo contenimento, sacrificando la propria vita. Per onorare il suo straordinario operato, ancora più significativo alla luce della pandemia che ha sconvolto il mondo, il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella nel 2020 ha insignito il Professore Carlo Urbani della Gran Croce dell’Ordine della Stella d’Italia alla memoria.

La figura di Carlo Urbani è stata rocordata, nel corso di una commossa cerimonia alla quale sono intervenuti le autorità diplomatiche e consolari italiane, il Rappresentante dell’OMS, il Direttore del Ministero della Salute del Vietnam e accademici locali, tra cui il rettore Nguyen Vu Quoc Huy. È intervenuta da remoto la vedova di Carlo Urbani, Signora Giuliana Chiorrini. Per l’occasione sono state presentate immagini e testimonianze sulla presenza di Carlo Urbani in Vietnam. L’Ambasciatore Alessandro ha ricordato come l’insegnamento di Carlo Urbani sia particolarmente valido oggi di fronte alle preoccupazioni che il mondo sta vivendo a seguito dell’invasione russa all’Ucraina.

Nel corso della visita l’Ambasciatore Alessandro insieme al personale dell’AICS in Vietnam e alle Autorità provinciali ha inaugurato l’avvio dei lavori per la costruzione del dipartimento di ginecologia e ostetricia dell’Ospedale universitario di Hue. Il progetto della cooperazione italiana, del valore di 13 milioni di euro, riguarda il miglioramento dei servizi sanitari nelle regioni centrali del Vietnam.

La cooperazione italiana è presente in Vietnam sin dagli anni ’90 con numerose iniziative nei settori della sanità, della formazione, del monitoraggio idrico, del risanamento ambientale e del supporto all’Ufficio di Statistica del Governo, che hanno contribuito allo sviluppo socio-economico del Paese. Da ultimo l’Italia ha donato 2,8 milioni di dosi di vaccino al Vietnam tramite il meccanismo Covax.

Durante la visita si è svolto inoltre un incontro, promosso dall’Addetto Scientifico Marco Abbiati, per l’avvio di uno degli 11 progetti del programma triennale di cooperazione scientifica e tecnologica Italia-Vietnam. Il progetto varato oggi è condotto dalla Università di Scienze di Hue e dall’Università Politecnica delle Marche e mira a sviluppare un sistema innovativo di localizzazione e gestione dei dati per la valorizzazione del patrimonio naturalistico e culturale. La provincia di Thua Thien Hue ha una forte vocazione culturale e ospita una delle cittadelle imperiali meglio conservate dell’intero oriente, oltre che un rinomato Festival biennale di arti performative.

A conclusione della visita l’Ambasciatore Alessandro e il Console Generale a Ho Chi Minh City Enrico Padula hanno incontrato il Presidente della Provincia, Signor Nguyen Van Phuong, con il quale sono state esaminate le prospettive di collaborazione commerciale, culturale e degli scambi universitari, anche in vista della riapertura della mobilità e dei flussi turistici tra Italia e Vietnam. Nell’incontro è stata anche ricordata la donazione del Rotary di Poggio Renatico a favore dell’orfanatrofio Nguyet Bieu, gestito dalle Suore della Santa Croce di Hue, quale esempio dell’amicizia e della solidarietà people-to-people tra Italia e Vietnam.

La missione dell’Ambasciata a Hue si inserisce in una strategia di rafforzamento della presenza italiana nelle 63 province del Vietnam e fa seguito a missioni analoghe svolte di recente nelle province di Hai Duong e Bac Giang, cui seguirà una ulteriore missione in aprile nella provincia di Thanh Hoa. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform