direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Uruguay, presentata la VI Settimana della Cucina Italiana

ESTERI

La Settimana, che si focalizzerà sulla valorizzazione della sostenibilità alimentare, è parte dell’iniziativa “Montevideo. Una capitale di cultura italiana” portata avanti dall’Ambasciata d’Italia

 

MONTEVIDEO – In presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Uruguay , Giovanni Iannuzzi, si è tenuta la conferenza di presentazione della VI Settimana della Cucina Italiana, un evento organizzato dall’Ambasciata d’Italia, dall’Istituto Italiano di Cultura e  dall’Agenzia ITA di Commercio Estero di Buenos Aires con la collaborazione della Accademia Italiana della Cucina.

Con il titolo “Tradizione e prospettive della cucina italiana: consapevolezza e valorizzazione della sostenibilità alimentare” e nell’ambito dell’iniziativa “Montevideo. Una capitale di cultura italiana”, la Settimana della Cucina Italiana cercherà di riflettere, tra i tanti temi, sulla dieta mediterranea come modello equilibrato che ottimizza l’uso degli alimenti, sull’importanza della connessione tra questi, sulla sostenibilità e sulle tradizioni gastronomiche e vinicole delle regioni italiane.

Gli oratori della presentazione, che ha avuto luogo nell’Istituto Italiano di Cultura, sono stati l’Ambasciatore Iannuzzi, la Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura Silvia Merli, il Delegato dell’Accademia Italiana della Cucina di Montevideo Manuel Ascer, il Direttore dell’ICE di Buenos Aires Gianni Loreti e lo chef Sergio Puglia.

“L’eredità italiana a Montevideo – ha detto l’Ambasciatore Iannuzzi – è stata costruita a partire dal XVIII secolo e continua ad essere presente in Uruguay con una comunità che conta circa 130.000 connazionali, anche attraverso l’influenza dell’architettura, dell’arte, della lingua, dell’ambito scientifico e imprenditoriale. Ci inorgoglisce lanciare la VI Settimana della Cucina Italiana dato che consideriamo la gastronomia come una vera espressione culturale italiana”.

L’Ambasciatore ha aggiunto che “i legami tra i nostri popoli non sono soltanto un fatto del passato, sono una realtà molto attuale che è necessario preservare perché rappresentano un prezioso patrimonio sia per l’Uruguay che per l’Italia”.

Con questo evento si è dato inizio ad una serie di attività gastronomiche, letterarie e musicali, che cominceranno a novembre e continueranno durante buona parte di dicembre.

Da lunedì 22 novembre a domenica 5 dicembre si svolgeranno attività in vari ristoranti che offriranno un menù di piatti tipici con opzioni di tre o quattro portate, come è tradizione in Italia.

Lunedì 22 novembre, alle 19:00, si terrà nel cortile dello Espacio de Arte Contemporáneo (Arenal Grande 1930) la presentazione del libro dell’artista italo-uruguaya Linda Olivetti Kohen, denominato “Ricette tradizionali e preferite di Linda Kohen” che raccoglie ricette, disegni, storie e tradizioni familiari.

Successivamente, martedì 23 novembre alle 20.30 e mercoledì 24 novembre alle 21.00, si svolgeranno due Cene di Gala al Radisson Victoria Plaza Hotel. Il gala di martedì 23 sarà accompagnato dall’intervento musicale dell’attrice e cantante Natalia Bolani.

Nell’ambito della commemorazione per i 700 anni della morte di Dante Alighieri, la Banda Sinfonica di Montevideo terrà un concerto al Teatro Solís, mercoledì 24 novembre, a partire dalle 20:30. Durante l’evento, le Poste uruguaiane presenteranno il francobollo commemorativo dell’anniversario dantesco.

Infine, lunedì 29 novembre alle ore 18 al Radisson di Montevideo, il noto enologo italiano Andrea Dal Cin terrà la conferenza “Italia del vino: modelli di qualità sostenibile in viticoltura ed enologia”, insieme alle autorità del settore vitivinicolo e enologico.

Successivamente, il 30 novembre, si terrà una giornata di incontri seminariali con enologi locali, a cura di Andrea Dal Cin. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform