direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Scomparso Ennio Odino, presidente dell’Anpi Belgio

ITALIANI ALL’ESTERO

 

Laura Garavini (Pd) :”L’Italia ricordi con gratitudine il suo impegno nell’affermazione dei valori di libertà e di democrazia”

 

ROMA – Scomparso a Bruxelles Ennio Odino , presidente dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia in Belgio. Era nato a Gavi (Alessandria) nel 1924 .Durante la  Resistenza fu vicecomandante della III Brigata Garibaldi Liguria, specialmente attiva nelle montagne fra Liguria e Piemonte. Arrestato il 7 aprile 1944 nel corso di un rastrellamento dei nazifascisti iniziato due giorni prima, Odino fu portato al santuario della Benedicta e fucilato. Ferito, riuscì a sottrarsi al massacro e a fuggire . Fu nuovamente catturato qualche giorno dopo e  deportato nel lager nazista di Mauthausen. Aderì alla resistenza interna del campo e organizzò sabotaggi alla catena di produzione dei carrelli degli aerei per conto della Messerschmitt AG, fino a partecipare alla liberazione del campo, che avvenne ai primi di maggio del 1945.Tornato in Italia Ennio Odino riprese una sua vecchia passione: la bicicletta. Fu amico e segretario di Fausto Coppi e partecipò a diverse competizioni, tra cui il Giro di Lombardia del 1951 e la Milano-Sanremo del 1952.Emigrato in Belgio Odino  fu uno dei primi funzionari italiani della Commissione delle Comunità Europee. Nel suo impegno per la comunità italiana emigrata fu presidente del Comitato Assistenza Scolastica Italiana. Fino alla scomparsa avvenuta il 13 dicembre è stato presidente dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) in Belgio. E’ stato anche presidente dell’Associazione Internazionale dei Funzionari Europei Resistenti, Deportati e Internati, e responsabile per il Belgio dell’Associazione Combattenti e Reduci.

Cordoglio per la scomparsa Ennio Odino è stato espresso da Laura Garavini, segretario di Presidenza del gruppo Pd alla Camera dei deputati, che ne ha ricordato la figura in una nota   . “E’ difficile riassumere in poche righe – ha commentato l’on. Garavini – una vita piena di esperienze come quella di Ennio Odino. Prima partigiano scampato a un eccidio in Liguria, poi internato nel campo di Mauthausen, dopo la sua liberazione tornò in Italia diventando ciclista professionista accanto a Fausto Coppi, infine funzionario dell’UE a Bruxelles e presidente dell’ANPI in Belgio. Quella di Ennio Odino è una biografia che riassume alcune fra le stagioni più drammatiche, ma anche più straordinarie, vissute dal nostro Paese negli ultimi ottanta anni: dalla lotta di liberazione, alle difficoltà del dopo guerra, attraverso l’entusiasmo del boom economico, fino alla costruzione dell’Unione Europea. Nel momento della sua scomparsa, è importante che l’Italia ricordi con grande gratitudine l’impegno di Ennio Odino nell’affermazione dei valori di libertà e di democrazia che sono alla base della nostra convivenza di cittadini”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform