direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Presentato il Marchio di riconoscibilità a tutela della sicurezza degli alimenti italiani per l’infanzia

MADE IN ITALY

Frutto del protocollo siglato dal Ministero delle Politiche agricole e Plasmon, ha come obiettivo la valorizzazione e la promozione della corretta alimentazione e della dieta mediterranea nei primi 1000 giorni di vita dei bambini

ROMA – È stato presentato al Ministero delle Politiche agricole il marchio di riconoscibilità a tutela della sicurezza degli alimenti italiani per l’infanzia, alla presenza del ministro Teresa Bellanova, di Andrea Budelli, presidente per l’Europa di Kraft Heinz, e Luigi Cimmino Caserta, Medical Detailing, Public&Government Affairs Manager.

Il Marchio rappresenta uno dei tasselli più significativi del Protocollo d’Intesa sottoscritto lo scorso anno tra il Ministero e Plasmon a sostegno della filiera agroalimentare italiana, e il suo obiettivo è quello di valorizzare e promuovere la corretta alimentazione e l’adozione della dieta mediterranea nei primi 1000 giorni di vita dei bambini e diffondere le buone pratiche di filiera che valorizzino la distintività del made in Italy sul mercato nazionale ed estero.

Plasmon si impegna inoltre ad effettuare entro 5 anni investimenti di acquisto fino a 25mila tonnellate di materia prima italiana, che già nel 2019 ha registrato l’incremento di oltre 2mila tonnellate di approvvigionamenti dalla filiera italiana nei comparti carne, frutta, verdure, cereali, latte, pesce, e olio, portando gli acquisti di materia prima nazionale da 16mila a oltre 18mila tonnellate.

“Per noi è una priorità assoluta valorizzare la sicurezza dei prodotti alimentari per l’infanzia, rafforzare le filiere alimentari Made in Italy e promuovere la cultura della corretta alimentazione e adozione della dieta mediterranea dei bambini – ha affermato il ministro Bellanova, sottolineando come l’impegno di Plasmon “può essere da stimolo per tutto il settore”. “Come Governo – ha aggiunto il Ministro – siamo impegnati per rendere più forti e trasparenti i rapporti di filiera, dal campo fino alla tavola o alla pappa come in questo caso. E siamo impegnati anche a rilanciare i consumi e per il settore dell’infanzia dobbiamo fare i conti con tassi di natalità sempre più bassi”.

“L’emergenza Covid – ha proseguito Bellanova – ci ha messo davanti anche all’aumento delle richieste di aiuto da parte delle famiglie con bambini anche molto piccoli. Per loro abbiamo stanziato 2 milioni di euro per omogeneizzati dal Fondo indigenti e altri acquisti sono stati fatti con il Fondo Fead per latte, biscotti e alimenti per l’infanzia. Un atto doveroso che dovremo ancora rafforzare, anche attraverso la solidarietà della filiera. Assicurare cibo di qualità e sicuro al 100% è una delle priorità anche su questo fronte”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform