direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Paolo Fresu, Marco Bardoscia e Dino Rubino al Pančevo Jazz Festival

APPUNTAMENTI

L’esibizione il 2 novembre promossa dall’IIC di Belgrado

BELGRADO – In occasione della 22ma edizione del Pančevo Jazz Festival, che si tiene da oggi al 2 novembre, l’Istituto italiano di cultura di Belgrado presenta Paolo Fresu, Marco Bardoscia e Dino Rubino con il progetto “Tempo di Chet” in programma sabato 2 novembre alle ore 22.45 presso il Centro culturale di Pančevo.  Paolo, Marco e Dino celebrano il mito di Chet Baker con brani originali. Il “Tempo Di Chet” è anche la colonna sonora intima e delicata di uno spettacolo prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano che dal 2018 è in tournée in Italia. L’ingresso è a pagamento.

Paolo Fresu, diplomato in tromba al Conservatorio di Cagliari nel 1984, ha ottenuto fin dagli inizi della sua attività musicale significativi riconoscimenti in Italia e in altri paesi. Nel 1990 la rivista italiana ”Musica jazz” gli ha assegnato il premio “Top Jazz” come miglior musicista italiano. Nel 1996 ha vinto il premio dell’Académie du jazz di Parigi e il prestigioso “Django d’Or” come miglior jazzista europeo. Fresu ha suonato con i jazzisti più importanti a livello internazionale, da Enrico Rava a Giorgio Gaslini, da John Zorn a Gil Evans, Toots Thielemans, Carla Bley e moltissimi altri. È stato più volte invitato a esibirsi con orchestre di alto livello, quali l’Orchestra Nazionale di Jazz di Francia, l’Orchestra della Radio tedesca di Amburgo, la PJMO dell’Auditorium/Parco della Musica di Roma, l’Orchestra Sinfonica della RAI, l’Orchestra dell’Arena di Verona, I Virtuosi Italiani. Il suo interesse per gli altri generi musicali lo ha portato a sperimentare i linguaggi della musica contemporanea, collaborando con Michael Nyman. Inoltre, ha partecipato alle incisioni di importanti esponenti della musica leggera italiana, da Alice a Ornella Vanoni, dagli Stadio ai Negramaro. Ha coordinato numerosi progetti multimediali con attori, danzatori, scrittori e artisti figurativi e ha composto colonne sonore per il cinema, il balletto e il teatro. Paolo Fresu dirige, attualmente il Festival ‘Time in jazz’ di Berchidda, in Sardegna, ed è direttore artistico e docente dei Seminari jazz di Nuoro. Marco Bardoscia è diplomato in contrabbasso nel 2005 presso il conservatorio “T. Schipa” di Lecce. Studia jazz con Roberto Bonati. Partecipa al corso estivo di Umbria Jazz Clinics 2002 nell’ambito del quale riceve il “premio al talento” emesso dalla “Berklee College Of Music” di Boston (Usa) e la selezione per la partecipazione ad un concerto nell’ambito di Umbria Jazz Winter col quintetto “Award Group”. Nel 2005 è secondo premio nel concorso Internazionale ethno-jazz tenutosi a Milano con il “Nicola Andrioli quartet”. Ha partecipato a numerose Rassegne e Festival svoltisi in Italia, Francia, Belgio, Germania e collabora con diverse formazioni nelle quali spazia dal Jazz alla musica etnica e alla musica classica. Ha inciso diversi dischi e partecipato a vari progetti: Raffaele Casarano & Locomotive; Nicola Andrioli quartet; Casarano-Sabatino Quintet; Berardi jazz Connection; South jazz e altri.

Dino Rubino è diplomato in pianoforte nel 2009 ma studia anche tromba. Nel 2000 viene chiamato da Furio Di Castri per far parte al progetto “Giovani artisti d’Europa” e nel 2008 entra a far parte del gruppo di Francesco Cafiso. Nel 2011 viene chiamato da Paolo Fresu per entrare a far parte della sua etichetta discografica “Tùk Music”. È leader dei gruppi “On Air Trio”, “Roaming Heart” “Kairòs” e altri. Suona nel trio di Aldo Romano “Mélodies en Noir et Blanc” con Michel Benita al contrabasso. Ha registrato sei dischi a proprio nome. Ha suonato in moltissimi Festival: Canarias Jazz, Umbria Jazz, Santiago Jazz EU, Marciac Jazz Festival, Shangai Italian Expo, Portogallo Loulè Jazz Festival, MITO jazz Festival e tanti altri. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform/a> | Designed by ComunicazioneInform