direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

New York, Alfano alla riunione della Coalizione Anti-Isil

ESTERI

A margine dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

 

“L’Italia rinnova il suo contributo alla Coalizione e il suo sostegno politico al Governo iracheno”

 

ROMA – Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, ha partecipato alla riunione ministeriale della Coalizione anti-Isil tenutasi a margine dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Ai margini della riunione Alfano ha dichiarato “Il sedicente califfato è ormai spacciato; la Coalizione ha conseguito grandi successi tanto in Iraq quanto in Siria. La campagna militare non è ancora finita, ma è fondamentale cominciare a focalizzarsi sulla fase post-Daesh, per assicurare la stabilizzazione delle aree liberate e condizioni politiche che prevengano il ritorno di Isil”. “Inoltre l’Italia, in seno alla Coalizione, è impegnata per un’azione energica e concertata con i propri partner mirata a prevenire il rischio del ritorno in Europa dei cosiddetti ‘foreign fighters’. L’attenzione sul tema è massima in questo momento, quando la vittoria sul campo è vicinissima”.

“L’Italia è in prima linea nel contribuire agli sforzi della Coalizione, in particolare con riferimento all’addestramento delle truppe dell’Iraq. Rinnoviamo il nostro impegno a rafforzare le nostre attività di addestramento della polizia irachena, coordinando ulteriori sforzi internazionali in questo settore, che è destinato a diventare la priorità strategica che garantirà la sicurezza, l’ordine pubblico e la rule of law nelle aree liberate dal Daesh”, ha aggiunto il titolare della Farnesina.

“Ringraziamo il Governo iracheno, a cui la Coalizione rinnova il suo sostegno politico e l’intero popolo iracheno, che ha sostenuto grandi sacrifici per liberare il territorio su cui vive”, ha sottolineato Alfano, il quale ha anche espresso apprezzamento per il ruolo delle Nazioni Unite nell’affrontare le sfide che la liberazione dell’Iraq pone. “La collaborazione realizzata tra Onu, Coalizione e autorità di Baghdad in Iraq dovrebbe diventare un modello per il futuro”, ha concluso Alfano. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform