direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Napolitano a Zagabria per le celebrazioni dell’adesione della Croazia all’Unione europea

ITALIA-CROAZIA
Accompagnato dal ministro degli Esteri Bonino
Il 30 giugno il presidente Napolitano a Zagabria per le celebrazioni dell’adesione della Croazia all’Unione europea
ROMA – Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano accompagnato dal ministro degli Affari Esteri Emma Bonino, interviene domenica 30 giugno a Zagabria alle celebrazioni per l’adesione della Repubblica di Croazia all’Unione europea.
Napolitano al suo arrivo incontra il presidente croato Ivo Josipović e, in serata, insieme agli altri capi delegazioni partecipa sulla piazza Ban Jelačić alla cerimonia celebrativa che prevede gli interventi del primo ministro croato Zoran Milanović, del presidente della Commissione europea José Manuel Barroso, del vice primo ministro e ministro degli Esteri d’Irlanda Eamon Gilmore, del presidente della Repubblica di Lituania Dalia Grybauskaitė, del presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy e del presidente del Parlamento europeo Martin Schulz. La cerimonia si conclude con il discorso del pesidente croato Josipović.
In occasione della ricorrenza dell’indipendenza della Croazia, il capo dello Stato, in un messaggio al Presidente Ivo Josipović, aveva fatto pervenire, a nome del popolo italiano e suo personale, i migliori auguri di prosperità per il popolo croato: “L’imminente ingresso della Croazia nella UE rappresenta – si legge nel messaggio – il coronamento del percorso virtuoso intrapreso da Zagabria sul piano dell’integrazione europea ed euro-atlantica, oltreché un forte incoraggiamento verso gli altri Stati della regione. L’Italia ha sempre sostenuto con convinzione tale percorso, riconoscendo gli sforzi compiuti dalle istituzioni e dal popolo croato a tal fine. Sono certo inoltre che tali progressi rafforzeranno ulteriormente i nostri già fecondi rapporti bilaterali, anche grazie al contributo determinante delle nostre rispettive minoranze”. (Inform)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform