direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Movimento Cristiano Lavoratori, Antonio Di Matteo è il nuovo Presidente nazionale

ASSOCIAZIONI

ROMA – Il Consiglio Generale del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL) ha eletto con voto unanime Antonio Di Matteo a Presidente nazionale del Movimento. L’elezione di Di Matteo, già vicepresidente e da ultimo presidente del Consiglio nazionale, è frutto di una proposta unitaria dei vertici del MCL e segna un momento importante per la continuità dell’impegno del Movimento, pur in un passaggio assai complesso per il Paese, pesantemente segnato dalla pandemia. “Il MCL, con la sua vocazione di movimento di popolo tra la gente e per la gente, fedele al Magistero sociale della Chiesa, riprende il suo cammino nel solco dei valori e dei principi che hanno ispirato la sua storia ormai quasi cinquantennale”, ha dichiarato il neo eletto Presidente, che non ha mancato di rivolgere un pensiero di gratitudine a quanti in questi cinquant’anni hanno profuso tutto il loro impegno per affermare la presenza del Movimento nella società italiana ed internazionale. Nel ringraziare i Consiglieri nazionali per la fiducia accordatagli, Di Matteo ha ricordato gli impegni presi nell’ultimo Congresso, e che saranno di riferimento per il suo lavoro nell’ottica di una rinnovata condivisione. “Tutti insieme lavoreremo per la costruzione del bene comune, in sintonia con il Magistero di Papa Francesco, impegnandoci a portare in ogni luogo la nostra sensibilità e cultura in difesa e promozione della vita, della famiglia, del lavoro e della formazione, della libertà di educazione, del contrasto alle povertà, della tutela della salute e dei più deboli. In un’epoca che sembra aver smarrito la stella polare dei valori della solidarietà e della fraternità è mia convinzione che tutti, e noi in particolare, si debba giocare un ruolo decisivo in ogni campo: dalla politica, all’economia, al sociale, difendendo la sussidiarietà e valorizzando i corpi intermedi. Insieme e uniti potremo concorrere ad aiutare la nostra Italia a uscire dalle difficoltà sociali, occupazionali e politiche che la affliggono ed essere protagonisti di una nuova epoca di umanità”, ha concluso Di Matteo che in passato ha ricoperto cariche di vertice nel Cnel, nell’Enpals e nel Forum del Terzo Settore. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform