direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Le Mozioni e gli Ordini del Giorno discussi e approvati dall’Assemblea

CGIE

 

ROMA- Nell’ultimo giorno della Plenaria il Consiglio Generale si dedicato all’approvazione delle Mozioni e degli Ordini del Giorno. Nella prima Mozione, approvata dall’Assemblea all’unanimità, si chiede al Governo di mantenere inalterato il sistema del rilascio del passaporto elettronico, evitando  l’emissione centralizzata in Italia che moltiplicherebbe i tempi per il suo rilascio. A maggioranza, con 11 voti contrari e 26 favorevoli, è stato invece approvato l’Ordine del Giorno, che chiede al Senato di varare lo ius soli temperato e culturae.  L’unanimità è stata invece ottenuta dall’Odg in cui si sottolinea come  la nuova legge elettorale, che prevede ai residenti in Italia di candidarsi in qualsiasi circoscrizione all’estero, vada contro i criteri ispiratori della legge  459/2001 sul voto all’estero. Al contempo nel testo si chiede di vigilare sulla sicurezza e la trasparenza del voto e sulla informazione per la consultazione elettorale. Approvato sempre all’unanimità l’Ordine del Giorno che sollecita il Cgie a realizzare, di concerto con la Dgit, un’indagine sul funzionamento globale dei servizi consolari. Pieno consenso è stato inoltre ottenuto dall’Odg che chiede di affidare la rappresentanza delle comunità italiane che, avendo costituito un Comites non sono presenti al Cgie , ad un consigliere del Consiglio Generale dei paesi limitrofi e vicini. Unanimità anche per l’Ordine del Giorno che chiede, alla Commissione interministeriale che si occupa delle richieste cittadinanza italiana dei discendenti emigrati degli ex territori austroungarici,  il numero delle pratiche presentate,  di quelle positive e negative e di quelle in attesa di risoluzione, oltre ad una previsione di smaltimento delle stesse. Approvato invece a maggioranza, con 33 favorevoli e 5 astenuti, l’Odg che sollecita l’apertura di un tavolo di concertazione per redigere nuove norme o eventuali modifiche di integrazione della legge sulle Camere di Commercio. Via libera, sempre a maggioranza e con tre astenuti, anche all’Ordine del Giorno che , ai fini fiscali (IMU ecc.) , chiede il riconoscimento per tutti i residenti all’estero iscritti all’Aire dello stesso trattamento per la prima abitazione in Italia ora riservato solo ai pensionati all’estero. Approvato invece all’unanimità l’Odg che sollecita la stesura di una relazione scritta entro 14 giorni dalla seduta sulle attività svolte dal Comitato di  Presidenza del Cgie e la tempestiva trasmissione ai consiglieri degli atti della riunione. Via libera inoltre, sempre all’unanimità all’Ordine del Giorno che chiede di rispettare il coinvolgimento dei Comites nelle attività ufficiali dei consolati.  Unanimità anche per l’Odg che sollecita il Maeci a farsi promotore affinché tutto gli stati che fanno parte del’Ue adottino un unico di modello di documento di identità che abbia validità di documento di viaggio nell’UE. Approvato sempre all’unanimità l’Ordine del Giorno proposto dal Consigliere Stabile che chiede di interessare l’organo legislativo per porre fine alla disparità di trattamento fra pensionati Inps ed ex Inpdap. Pieno consenso anche per l’Odg che sollecita il Comitato di Presidenza di inserire nei prossimi lavori del Cgie i temi della viabilità e del pesante stato in cui versa l’intero sistema di mobilità nelle aree transfrontaliere. Unanimità inoltre per l’Odg che chiede alla direzione generale del Maeci per gli Italiani all’Estero di farsi promotrice di tutte le iniziative necessarie ad assicurare la prosecuzione, senza soluzione di continuità, del servizio svolto dalle agenzie specializzate fino all’assegnazione definitiva dell’incarico previsto dalla gara d’appalto. Ottiene l’unanimità anche l’Odg che sollecita il Maeci al coinvolgimento dell’associazionismo di emigrazione nell’azione di sussidiarietà in favore dei connazionali all’estero con particolare riferimento alle nuove migrazioni. Da segnalare inoltre il pieno consenso ottenuto dall’Ordine del Giorno che chiede l’implementazione e il necessario coordinamento della campagna di aiuti umanitari verso i connazionali in Venezuela. Sì convinto dell’Assemblea anche all’Odg, che sollecita un monitoraggio della situazione dei nostri connazionali coinvolti nella Brexit, e a quello che chiede di dedicare nella prossima Assemblea Plenaria un momento di audizione  con i responsabili del Museo Nazionale dell’Emigrazione e interlocutori competenti del ministero dei Beni Culturali. Il Cgie ha poi approvato, sempre all’unanimità, sia l’Ordine del Giorno che sollecita progetti speciali per la formazione, e l’integrazione lavorativa dei giovani all’estero e degli oriundi, sia l’Odg che chiede il ripristino della Commissione per i contributi alla stampa italiana all’estero non prevista nel regolamento della nuova legge. Pieno consenso inoltre all’Odg che raccomanda al Governo di continuare nell’attuazione del piano nazionale contro la violenza alle donne e gli chiede di sollecitare anche a livello europeo una campagna capillare in tal senso. Da segnalare poi l’unanimità ottenuta dalla Mozione che sollecita il Governo a stipulare un accordo bilaterale con l’esecutivo israeliano per il riconoscimento reciproco dei titoli di studio e professionali. Medesimo consenso infine dall’Assemblea per la Mozione sulla ricostruzione del certificato di nascita per i residenti in Libia. La ricostruzione dell’atto di nascita – si spiega nella mozione – è fatta attraverso una richiesta ai tribunali italiani competenti. Premesso che tale procedura è di difficile attuazione , soprattutto quando fatta in Paesi di difficili peculiarità geopolitiche come la Libia, si chiede l’impegno del Governo a facilitare quanto in premessa attraverso atto notarile rilasciato dai consolati competenti nel territorio di residenza estera.  (G.M.-Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform