direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’Aula di Palazzo Madama approva il provvedimento di ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra Italia e Canada in materia di mobilità giovanile

SENATO DELLA REPUBBLICA

 

ROMA – Il Senato ha approvato il provvedimento di ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra Italia e Canada in materia di mobilità giovanile, fatto a Roma e a Ottawa l’11 dicembre 2020, a Roma il 20 gennaio 2021 e a Toronto il 3 febbraio 2021.

Ad illustrare il testo in Aula il relatore Fabio Di Micco (M5S) che ha segnalato come esso, nel quadro del progressivo rafforzamento delle relazioni bilaterali tra l’Italia e il Canada, punta a migliorare le possibilità di scambio ed esperienza tra i cittadini dei due Paesi, creando opportunità di formazione professionale per i giovani che si affacciano al mondo del lavoro.

In particolare, la nuova intesa prevede due nuove categorie di partecipanti al programma di scambi: quella degli young professional, ovvero i titolari di un titolo di studio postuniversitario, equivalente alla laurea triennale, che vogliano acquisire un’esperienza lavorativa nel Paese ospite; e quella denominata international co-op, rivolta a studenti che, al fine di completare il proprio corso di studi post secondario, intendano effettuare un tirocinio curriculare su materie correlate al proprio percorso di studio presso un’azienda operante nel Paese ospite.

Ha annunciato, tra gli altri, il voto favorevole al provvedimento del gruppo Italia Viva-Psi la senatrice eletta nella ripartizione Europa Laura Garavini, che ha richiamato l’importanza della mobilità di studenti e lavoratori e gli scambi già solidi stabiliti con il Canada nel campo accademico e professionale, testimoniati anche dal memorandum di intesa in materia di scambi giovanili del 2006, che il nuovo accordo va a sostituire. “La nuova intesa bilaterale è animata da uno spirito molto pratico – rileva la senatrice, – e ha il merito di prevedere parametri molto chiari per la partecipazione ai progetti di mobilità, a partire dalla necessità che gli interessati dispongano di proprie risorse finanziarie per coprire le spese di viaggio e quelle iniziali di permanenza”. L’accordo è dunque giudicato con favore perché concorrerà al rafforzamento delle relazioni con il Canada e alla creazione di opportunità di formazione professionale per i giovani che si affacciano al mondo del lavoro. “La mobilità – conclude Garavini – ci fa crescere, perché chi parte accresce le proprie potenzialità, allo stesso tempo contribuisce al progresso dello Stato ospitante e, quando rientra, rappresenta un valore aggiunto anche per il suo di Paese”.

Di seguito annunciano il voto favorevole al provvedimento Alessandro Alfieri, per il Pd, Enrico Aimi (Fibp-Udc), Stefano Lucidi per il Gruppo Lega-Salvini Premier-Partito Sardo d’Azione, e Gianluca Ferrara, per M5S. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform