direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’ambasciatore d’Italia in Cina, Luca Ferrari è intervenuto in collegamento da Pechino all’inaugurazione del nuovo anno accademico dell’Accademia di Brera

RETE DIPLOMATICO-CONSOLARE

Tra gli iscritti una folta rappresentanza di studenti internazionali – il 33%, – tra cui molti cittadini cinesi

MILANO – Lo scorso 27 febbraio l’Accademia di Brera ha inaugurato il nuovo anno accademico 2021/2022. In questa occasione, la presidente, Livia Pomodoro, ha presentato l’ambizioso progetto del nuovo “Campus delle Arti” all’interno dell’ex Scalo Farini, un ampliamento dettato dalla necessità di trovare nuovi spazi per attività di ricerca e laboratorio e per l’aumento del numero di iscritti, che include anche una folta rappresentanza di studenti internazionali (33% degli iscritti), tra cui molti cittadini cinesi.

Collegandosi da remoto da Pechino, l’ambasciatore d’Italia, Luca Ferrari, ha rivolto un indirizzo di saluto al corpo docente e agli studenti, ricordando come “l’elevato prestigio dell’Accademia di Brera, che annovera studenti e artisti d’eccezione e insegnanti di prim’ordine, è ampiamente noto in Cina. La folta presenza di studenti cinesi ne è una chiara testimonianza”. “L’Accademia di Brera – ha aggiunto l’Ambasciatore a Pechino – costituisce un centro di assoluta eccellenza nel panorama italiano e internazionale nel campo della cultura e delle arti, sempre capace di innovare ed innovarsi. I giovani studenti cinesi rappresentano il migliore esempio dei profondi legami culturali tra Italia e Cina, e un capitale su cui investire anche in ottica del ricco palinsesto di eventi che avrà luogo nel 2022 in occasione dell’Anno della Cultura e del Turismo Italia – Cina”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform