direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La questione della chiusura degli Istituti Italiani di Cultura non è chiusa

ITALIANI ALL’ESTERO

Dalla Newsletter di Laura Garavini (Pd)

 

ROMA – Negli ultimi giorni, con una interrogazione parlamentare ho sollecitato il Ministero degli Affari Esteri a mettere in atto razionalizzazioni i cui effetti produrrebbero risparmi molto maggiori rispetto a quanto prodotto dalle chiusure di Istituti italiani di cultura. Sono convinta, infatti, che ci siano margini di intervento che potrebbero liberare risorse ingenti, sufficienti a rivedere alcune delle decisioni recentemente deliberate. Spendiamo per esempio centinaia di migliaia di Euro dalle casse del Ministero degli Affari Esteri per le cosi dette nomine “per chiara fama”, nonché per gli “esperti culturali” che mandiamo in giro per il mondo. Prima di chiudere Istituti italiani di cultura e distruggere in questo modo la nostra struttura culturale nel mondo, cerchiamo di risparmiare in modo più sensato. C’è anche l’esempio dell’Istituto italiano di cultura di Wolfsburg. La città tedesca, uno dei centri industriali più importanti in Europa, già da tempo contribuisce a finanziare l’Istituto italiano di cultura. Venendo a sapere delle intenzioni del Governo italiano di chiudere la struttura, la città ha messo a disposizione ulteriori fondi. In altri termini: all’Italia si offre la possibilità di mantenere una presenza culturale in questa zona, a costo zero. Sarebbe irragionevole non approfittarne. L’ho fatto presente alla Ministra Mogherini, attraverso un’altra interrogazione parlamentare. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform