direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Commissione Esteri approva un rapporto favorevole sullo stato di previsione dei Maeci per l’anno 2019 e per il triennio 2019-2021

SENATO DELLA REPUBBLICA

Nel testo si osserva “l’opportunità di includere il Maeci fra i dicasteri autorizzati ad assumere personale mediante l’utilizzo delle risorse di cui al Fondo per le assunzioni nelle Amministrazioni centrali di personale contrattualizzato non dirigente”, rifinanziato dal disegno di legge in esame

 

ROMA – La Commissione Affari esteri del Senato ha approvato un rapporto favorevole, con una osservazione, sullo stato di previsione dei Maeci per l’anno 2019 e per il triennio 2019-2021, con relativa nota di variazioni.

Nel rapporto si rileva la presenza nel disegno di legge esaminato di “misure che puntano a rafforzare, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, la proiezione dell’Italia all’estero, e al contempo a ridurre o a rinegoziare il contributo italiano ad alcuni organismi internazionali” e si esprime apprezzamento per l’istituzione di un Fondo per interventi di assistenza e aiuto a beneficio delle minoranze cristiane perseguitate nelle aree di crisi. Si prende atto con favore inoltre delle misure adottate in materia di razionalizzazione delle risorse e degli strumenti per la politica estera del nostro Paese, volte ad autorizzare il Maeci a rimodulare, con apposito decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, in base ai fabbisogni triennali programmati, la dotazione organica del personale della carriera diplomatica; e si apprezzano le disposizioni che incrementano il limite massimo della dotazione organica dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo e che la autorizzano a bandire una procedura concorsuale per l’assunzione fino a 20 unità di nuovo personale.

La Commissione rileva di aver poi esaminato la norma che dispone il rifinanziamento del Fondo per le assunzioni nelle Amministrazioni centrali di personale pubblico contrattualizzato non dirigente e valuta con favore le misure volte a finanziare le attività logistico-organizzative correlate alla Presidenza italiana del G20 nel 2021 e la partecipazione italiana a Expo Dubai 2020. In particolare esprime apprezzamento per la norma che modifica i meccanismi di erogazione dei contributi a beneficio degli enti internazionalistici.

Preso atto della riduzione dei contributi ad organismi internazionali, ed in particolare alle spese delle Nazioni Unite, la Commissione auspica che siano esplicitate con maggior dettaglio le tipologie dei contributi oggetto di riduzione a partire dall’esercizio 2019; prende atto inoltre della riduzione dell’autorizzazione di spesa per gli accordi costituenti il cosiddetto “sistema Schengen”, nonché dell’abrogazione dei contributi all’Accademia delle scienze del Terzo Mondo (TWAS) e all’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale, mente valuta positivamente le misure volte alla promozione del Made in Italy.

Valutate con favore anche le “misure volte ad incrementare le risorse per iniziative in favore della minoranza italiana nei Paesi della ex Jugoslavia da attuare anche in collaborazione con la regione Friuli-Venezia Giulia e con altre istituzioni ed enti, spese per gli interventi a tutela del patrimonio storico e culturale delle comunità degli esuli italiani dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia nonché contributi ad enti e associazioni per interventi volti a favorire attività culturali ed iniziative per la conservazione delle testimonianze connesse con la storia e le tradizioni del gruppo etnico italiano in ex-Jugoslavia ed i suoi rapporti con la nazione di origine”.

Il rapporto favorevole viene espresso anche dopo la valutazione delle misure che ridurranno il  numero delle sezioni elettorali da predisporre in occasione delle prossime consultazioni per l’elezione del Parlamento europeo del maggio 2019, presso le rappresentanze diplomatiche e consolari italiane a beneficio degli elettori italiani residenti in altri Paesi membri dell’Unione, del quadro degli stanziamenti destinati al finanziamento di interventi a sostegno di politiche di cooperazione allo sviluppo e degli stanziamenti per la partecipazione italiana alle missioni internazionali.

L’osservazione riguarda invece “l’opportunità di includere il Maeci fra i dicasteri autorizzati ad assumere personale mediante l’utilizzo delle risorse di cui al Fondo per le assunzioni nelle Amministrazioni centrali di personale pubblico contrattualizzato non dirigente, rifinanziato dal presente disegno di legge”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform