direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Intervista di Sicilia Mondo a Norma Beatrice Turco, direttore di Radio Italia Mia a Buenos Aires

ASSOCIAZIONI

 

CATANIA – Nel progetto di servizio, di informazione e di conoscenza di Sicilia Mondo alla comunità, riportiamo l’intervista a Norma Beatrice Turco, presidente dell’Associazione Sicilia Mondo di Buenos da oltre 20 anni. 62 anni, vive a Buenos. direttore del Programma-Radio “Italia Mía”, giunto al suo 23° anno di vita. Avvocato, mediatrice, coach, autrice di best seller.

Come è vista la situazione italiana a Buenos Aires?

L’Italia è sempre nei nostri pensieri. Le notizie  che arrivano sono motivo di  preoccupazione sia per la situazione economica che non sembra eccellente, sia per la invasione della massa di immigrati e rifugiati.  Sappiamo ora che  la situazione sta migliorando. Questo ci conforta.

Come vive la comunità siciliana?

La comunità siciliana, nonostante continuino i problemi economici dell’Argentina,  non si arrende e continua a mantenere gli stessi livelli di vita e di tradizioni. Non manca il benessere ma non mancano persone che vivono in condizioni disagiate. La solidarietà è molto diffusa tra di noi. Attivo l’associazionismo che ci consente di incontrarci, scambiare  informazioni e organizzare manifestazioni anche a livello comunale. Sempre presenti i  dolci siciliani perché la cultura italiana e dei siciliani in particolare, è molto diffusa nella società argentina. Sono moltissimi quelli che parlano l’italiano.

Come va l’economia argentina?

Male. I problemi economici,  come è noto, sono pessimi. L’industria ed il commercio non crescono ed i fondi di riserva si assottigliano. In crisi anche la produzione dei prodotti argentini. I costi sono superiori al ricavo. Le esportazioni sono difficili perché la nostra moneta non regge a confronto del dollaro. Molti senza lavoro. I quarantenni che lo perdono  non riescono più ad inserirsi nel sistema produttivo.  Anche le possibilità di lavorare in proprio sono del tutto scomparse. La disoccupazione è un problema per l’Argentina.

Anche in Argentina arrivano giovani italiani in cerca di lavoro?

No, non arrivano perché il nostro reddito è molto basso. Avviene piuttosto che i giovani argentini cercano lavoro altrove. A meno che non si abbia un contratto di lavoro.

Cosa fai di bello?

Oltre al lavoro professionale e alla direzione della radio, ho recentemente scritto un libro che viene venduto tramite Amazon dal titolo “Empoderate y Se Millonario “, divenuto best seller.  Una bella esperienza di lavoro di squadra con altri allenatori provenienti da diversi paesi. E stiamo per pubblicare un secondo libro. Si tratta di un progetto inteso a sviluppare il  potenziale delle persone. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform