direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Intervento del Presidente Fico in occasione della Giornata internazionale per i diritti delle persone con disabilità

CAMERA DEI DEPUTATI

ROMA – Nella Sala della Regina della Camera dei Deputati, il Presidente Roberto Fico è intervenuto in apertura dell’iniziativa “Da un campo estivo inclusivo alla Convenzione ONU: la lunga marcia per i diritti delle persone con disabilità”.

Una società può definirsi realmente democratica – ha detto Fico – se ed in quanto garantisce a tutti pieni ed eguali diritti e dignità. La ricorrenza odierna è quindi molto importante perché ci consente di fare il punto sull’effettiva inclusione in ogni ambito della vita sociale e civile delle persone con disabilità, che purtroppo continuano, insieme alle loro famiglie, a combattere contro barriere di ogni tipo e discriminazioni. La nostra comunità si fonda su principi di solidarietà che ci impongono di crescere come società, non lasciando nessuno indietro.

Secondo i dati Istat le persone disabili sono il 5,2% della popolazione, circa tre milioni di persone.

Si tratta di una parte consistente della nostra popolazione alla quale steccati di ordine culturale, economico e sociale, oltre che fisico, impediscono di vivere una vita dignitosa, autonoma e attiva, limitando in modo grave e sistematico la loro libertà e la fruizione dei diritti fondamentali.

Particolarmente preoccupanti sono i dati sulla inoccupazione che è una delle più gravi cause di esclusione sociale. Dal lavoro dipende non solo la possibilità di condurre una vita indipendente ma anche un prezioso sistema di relazioni umane e sociali.

Molto resta dunque da fare per dare attuazione a quel modello di società aperta e inclusiva disegnato dalla nostra Costituzione e dalle convenzioni internazionali.

Alcune importanti misure in questa direzione sono state adottate negli ultimi anni. Ricordo, nella scorsa legislatura, l’approvazione della legge sul “Dopo di Noi” e la riforma del Terzo settore.

In questa legislatura, tra le altre cose, è stato istituito il Fondo per la disabilità e la non autosufficienza, e sono stati inoltre incrementati quello dedicato ai caregiver e il Dopo di noi. Inoltre, il Decreto sostegni ha istituito il Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità.

E come sapete è ora all’esame della Commissione Affari sociali della Camera il disegno di legge delega in materia di disabilità che rappresenta l’attuazione di una delle riforme previste dal PNRR. E parallelamente un altro importante provvedimento in discussione è quello che istituisce uno strumento prezioso: il budget di salute. Si tratta di provvedimenti che prevedono una serie articolata di interventi per garantire una vita autonoma alle persone con disabilità in età adulta, nonché l’accessibilità universale. La legge delega ha avuto un ampio iter, scandito da numerose audizioni, e auspico si arrivi a un testo adeguato e rispondente alle aspettative delle persone con disabilità.

Anche la Camera ha in questa legislatura, su mio impulso, adottato alcune misure volte ad assicurare l’accessibilità e la fruibilità dei Palazzi e dei lavori parlamentari da parte dei diversamente abili. Anche grazie alle proposte dell’Intergruppo parlamentare sulla disabilità, abbiamo proseguito nel processo di abbattimento delle barriere architettoniche e di adeguamento dei locali e degli impianti. Un processo complesso per i rilevanti vincoli architettonici e strutturali connessi alla natura di edifici storici delle sedi della Camera.

Con una recentissima delibera del Collegio dei Questori che attua diversi ordini del giorno al bilancio interno, abbiamo poi deciso l’avvio, in via sperimentale, della sottotitolazione degli interventi svolti nel corso delle sedute degli organi parlamentari, che sarà offerta su un canale YouTube dedicato della Camera.

In particolare, dal prossimo 15 dicembre sarà resa disponibile la sottotitolazione in diretta delle sedute dell’Assemblea, relativamente alle parti discorsive, quali le discussioni generali, le dichiarazioni di voto finali; le attività di sindacato ispettivo e di indirizzo.  Sarà offerta inoltre la sottotitolazione di una parte delle riunioni delle commissioni, avvalendosi della preziosa sperimentazione svolta dalla Commissione Affari sociali, per la quale ringrazio vivamente la Presidente Lorefice. In aggiunta, potrà essere assicurata l’interpretazione LIS in occasione di sedute di particolare importanza, sia in Aula sia in commissione. Anche per attività diverse dai lavori parlamentari, come i numerosi eventi pubblici ospitati nelle sale della Camera, sarà possibile sottotitolare i materiali video prodotti dalla Camera.

Anticipando queste innovazioni, il convegno di oggi, oltre ad offrire la LIS, è sottotitolato in tempo reale in questa sala e per gli utenti che seguono i nostri lavori dalla web-TV. Valuteremo l’esito della sperimentazione tra sei mesi, anche al fine di ampliare ulteriormente l’ambito dei lavori parlamentari per i quali è offerta la sottotitolazione.

Per la Camera dei deputati  ha concluso Fico – migliorare su questo fronte significa fornire un servizio, ma soprattutto essere di esempio. Il nostro impegno per garantire l’accessibilità fisica e virtuale di Montecitorio deve essere costante. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform