direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Interrogazione del senatore Fabio Porta (Pd, ripartizione America meridionale) sugli esiti del Memorandum di Intesa tra Italia e Brasile in materia di sanità e scienze mediche

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

 

ROMA – Il senatore eletto nella ripartizione America meridionale Fabio Porta (Pd) ha presentato un’interrogazione al ministro della Salute, Roberto Speranza e a quello del Lavoro, Andrea Orlando in cui chiede di conoscere gli esiti del Memorandum di Intesa tra Italia e Brasile in materia di sanità e scienze mediche siglato a Roma nel 2008.

L’Accordo – ricorda Porta nell’interrogazione – “riconosceva l’importanza della salute della popolazione dei due Paesi e della salute pubblica” e riguardava lo sviluppo di una “fruttuosa collaborazione nel campo della salute e delle scienze mediche e sulla riconosciuta necessità di lavorare congiuntamente per la prevenzione, per la lotta contro le malattie, la promozione della salute, lo sviluppo e la modernizzazione dei servizi sanitari, l’utilizzo delle nuove tecnologie, e la capacità di utilizzare le risorse umane”.

Obiettivo era “definire le basi e i metodi di cooperazione tra le parti nel campo della salute e della medicina – ricorda l’interrogazione, citando i campi di cooperazione interessati: “riforme finanziarie ed economiche nel campo della salute pubblica; sviluppo tecnologico e apparecchiature sanitarie; tecnologie dell’informazione e della Comunicazione applicate alla salute; prevenzione e controllo del cancro da tabagismo ed abuso di farmaci psicotropi, stupefacenti ed oppiacei; gestione ospedaliera; ricerca biomedica e scambio di informazione sui farmaci, compresi quelli basati sulle biotecnologie e i vaccini; salute ambientale; salute dei lavoratori; salute e sviluppo sostenibili”.

“I meccanismi di collaborazione si sarebbero incentrati sullo scambio di informazioni tecniche sotto forma di materiale scritto, visivo e audio-visivo; visite di studio di specialisti e professionisti sanitari; ricerca congiunta; attività di formazione e perfezionamento di personale sanitario; organizzazione di eventi come seminari, congressi, simposi, conferenze coerenti con gli obiettivi del programma di collaborazione in corso – segnala Porta, che chiede di sapere “con quali modalità il memorandum di intesa sia stato realizzato”; “quali siano stati i settori prioritari della collaborazione, le attività svolte e i relativi costi”; “quali siano state le modalità e i tempi di svolgimento delle attività congiunte e delle altre forme di collaborazione durante la vigenza del memorandum di intesa”; “quali siano i contenuti del programma di valutazione e monitoraggio dei risultati ottenuti”; “quali siano stati infine gli effetti concreti ottenuti dalla realizzazione del memorandum rispetto agli obiettivi che lo stesso accordo aveva prefissato”.

Pur essendo consapevole che l’improvvisa interruzione della legislatura non consentirà una tempestiva risposta da parte del Governo, Porta assicura che, se rieletto, proseguirà a mantenere alta l’attenzione sulla questione anche nella prossima legislatura. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform