direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Inas Cisl UK: New Job Plan del Governo britannico per sostenere i settori messi maggiormente a rischio a causa dell’emergenza Covid-19

PATRONATI

Aggiornamento sull’operatività dei servizi consolari

LONDRA – Il governo inglese introdurrà un nuovo programma chiamato “kickstart”, con lo stanziamento di 2 miliardi di sterline per creare nuove opportunità lavorative per i giovani con di età compresa tra i 16 e i 24 anni. Lo segnala il Patronato Inas-Cisl del Regno Unito.

I finanziamenti disponibili per ciascun lavoro copriranno il 100% del salario minimo nazionale per la durata di sei mesi e per un contratto da 25 ore settimanali. Inoltre, sarà garantito il pagamento dei contributi. Il Kickstart scheme introdurrà un pagamento ai datori di lavoro di £2.000 per ogni nuovo apprendista che le aziende assumeranno con età inferiore ai 25 anni e un pagamento di £1.500 per ogni nuovo apprendista di età pari o superiore a 25 anni, dal 1 agosto 2020 al 31 gennaio 2021. Questi pagamenti andranno ad aggiungersi all’attuale pagamento di £1.000 che il governo inglese prevede già per i nuovi apprendisti di età compresa tra 16 e 18 anni e quelli di età inferiore ai 25 anni.  Oltre ai sussidi per le nuove assunzioni ,il governo stanzierà £101 milioni nel settore dell’istruzione. Inoltre, amplierà e aumenterà il sostegno intensivo offerto dal Department for Work and Pensions ai giovani in cerca di lavoro, per includere tutti coloro che hanno tra i 18 e i 24 anni che al momento usufruiscono dell’Universal Credit.

Con il nuovo Job Plan il governo inglese ha stipulato un piano di supporto per sostenere i settori messi maggiormente a rischio a causa dell’emergenza Covid-19, come ad esempio quello della ristorazione e del turismo introducendo il cosidetto programma Eat Out and Help Out. Questo piano è nato per supportare le circa 130.000 aziende colpite e aiutare a proteggere i posti di lavoro circa di 1,8 milioni di dipendenti  per incoraggiare le persone a tornare ad usufruire dei servizi della ristorazione e dell’ospitalità . Questo piano prevede uno sconto del 50% quando si spende minimo £10 a testa sul pasto,l’offerta sarà valida per il mese di agosto dal lunedì al mercoledì su qualsiesi pasto (bevande analcoliche incluse). Anche l’aliquota dell’IVA applicata sulla maggior parte delle attività legate al turismo e alla ristorazione sarà ridotta dal 20% al 5%. Ciò consentirà di risparmiare in media circa 160 sterline all’anno per le famiglie e, insieme al programma Eat Out to Help Out, sosterrà oltre 2,4 milioni di dipendenti in oltre 150.000 aziende, aiutandole a riprendersi dalla crisi causata da questa situazione di emergenza sanitaria.

 

AGGIORNAMENTO OPERATIVITA’ SERVIZI CONSOLARI

Quando riapre il Consolato Generale?

Il Consolato Generale non ha mai chiuso. Anche nel momento più acuto della crisi epidemiologica, sono rimasti aperti per garantire i servizi di emergenza e l’assistenza necessaria per coloro che richiedevano l’intervento della Task Force Covid-19.

Il sistema di prenotazione di nuovi appuntamenti è attivo?

Al momento solo per il settore Stato Civile e Cittadinanza. Negli altri settori il Consolato Generale sta riconvocando tutti coloro che avevano un appuntamento fissato successivamente al 25 marzo e ai quali siamo stati costretti a rimandare l’appuntamento. Tale attività di ricalendarizzazione impegnerà le settimane a venire. Fino a quando la coda di appuntamenti non sarà smaltita non sarà possibile prenotarne di nuovi.

Sono iscritto AIRE e avrei bisogno di rinnovare il mio passaporto, ma in questo momento sono in Italia. Posso rinnovarlo in Italia?

Si, si può fare richiesta alla Questura del Comune di iscrizione AIRE. Quest’ultima provvederà a chiedere il nulla osta al Consolato Generale.

Non sono iscritto all’AIRE ma mi trovo con i documenti scaduti e voglio tornare in Italia. Come faccio?

E’ sempre possibile accedere al servizio per l’emissione di un Emergency Travel Document, che consente il rientro in Italia. L’ETD è un documento di viaggio di emergenza che ha una validità temporale molto ridotta e consente solo ed esclusivamente il rientro in Italia. E’ valido anche per rimpatri con transito in altri Paesi (tali Paesi dovranno essere dichiarati al momento della richiesta del documento). Per questo motivo si può richiedere l’ETD solo a ridosso della data del viaggio di rimpatrio. https://conslondra.esteri.it/consolato_londra/it/i_servizi/per_i_cittadini/passaporti/validitanew.html#ETD. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform