direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Senatore Giacobbe (Pd) al terzo appuntamento di “Scoprirsi italiani: i viaggi delle radici in Italia speciale Australia”

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

 

ROMA – Si è svolto questa mattina il terzo appuntamento sul “turismo delle radici” dedicato all’Australia, organizzato dall’Osservatorio delle Radici Italiane (ORI), dell’Associazione AsSud. Al webinar oltre al Senatore del Pd Francesco Giacobbe, eletto nella ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide, hanno preso parte il Consigliere Giovanni de Vita del Ministero Affari Esteri, l’onorevole Nicola Carè (Pd), eletto nella ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide, e altri rappresentanti della comunità. A coordinare e stimolare il dibattito i componenti dell’Osservatorio: Marina Gabrieli, Riccardo Giumelli, Delfina Licata e Giuseppe Sommario. Capire quali sono le aspettative su questo tema, quali iniziative potranno essere intraprese, come costruire la domanda di turismo delle radici sono solo alcuni dei temi di discussione con i relatori.

“Il Turismo delle Radici interessa potenzialmente un bacino di milioni di discendenti degli emigrati italiani nel mondo, non si tratta di semplici viaggiatori, il turista delle radici è soprattutto un investitore e un “ambasciatore” dei territori che custodisce nella sua storia familiare” – ha esordito il senatore Francesco Giacobbe – “dopo questi mesi in cui non si è potuto viaggiare dobbiamo prepararci a soddisfare la sete d’Italia che c’è nel Mondo perchè l’Italia è l’unico Paese che, grazie alla sua storia, ai luoghi meravigliosi e alla cultura, rimane nel cuore” – ha continuato il Senatore-.

A chiusura del suo intervento il senatore ha voluto porre l’accento sul futuro: “utilizziamo tutte le risorse a nostra disposizione. Per esempio, il cinema ed i programmi TV, che fanno conoscere le bellezze dell’Italia e producono spesso effetti moltiplicatori significativi a queste aggiungiamo interscambi culturali e professionali per avere anche delle ricadute economiche, rendiamo accessibili i nostri borghi con strutture adeguate, solo così possiamo davvero innescare un meccanismo virtuoso che porterà sviluppo all’Italia”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform