direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Il ruolo del Sindacato per un’Europa più sociale” , convegno a Berlino organizzato dal Gruppo Interparlamentare Italo-Tedesco

EVENTI

Presso l’Ambasciata d’Italia

 

Laura Garavini (Pd): “Le tutele del mondo del lavoro devono essere sempre più universali”

 

BERLINO –  – “In un mondo in movimento le risposte nazionali non bastano più. Anche dal punto di vista sociale, l’estrema mobilità dei lavoratori e i processi di globalizzazione fanno sì che sia  necessario individuare risposte comuni, capaci di garantire tutele sempre più universali”. Lo ha detto Laura Garavini, deputata della circoscrizione Estero, componente dell’Ufficio di Presidenza del Pd alla Camera, aprendo il convegno “Il ruolo del Sindacato per un’Europa più sociale”, da lei organizzato insieme al Gruppo interparlamentare di amicizia di parte tedesca, presso l’Ambasciata d’Italia a Berlino, venerdì scorso.

Al dibattito sono intervenuti i segretari generali di Cgil e Uil, Susanna Camusso e Carmelo Barbagallo, come pure Giuseppe Farina, della Segreteria generale della Cisl.

Da parte tedesca è intervenuto il segretario generale della Confederazione dei sindacati tedeschi (Dgb), Reiner Hoffmann e Michael Riffel, del Consiglio di sorveglianza della Volkswagen A.G..

I lavori, introdotti dall’ambasciatore Pietro Benassi e dal saluto del sottosegretario tedesco al lavoro, Jörg Asmussen, sono stati conclusi dal sottosegretario all’economia, Pier Paolo Baretta, che si è augurato che l’iniziativa possa trovare proseguo in Italia. L’evento è stato moderato da Bernd Hüttemann, Segretario generale della Europäische Bewegung e da Piervirgilio Dastoli, presidente del Movimento Europeo.

“I sindacati – ha detto l’on. Laura Garavini – rimangono un pilastro portante del sistema sociale di un paese ed un elemento fondamentale per garantire che nelle nostre società ci sia sicurezza sociale e benessere per tutti. Oggi i sindacati sono chiamati ad affrontare nuove sfide: contribuire all’armonizzazione dei sistemi di welfare nel processo di integrazione europea – e promuovere una cultura delle relazioni industriali il più possibile condivisa, in cui produttività ed etica aziendale siano un obiettivo comune, al di là delle frontiere dei singoli paesi. Da questo punto di vista – ha concluso –  il modello tedesco di Sindacato unitario, che mira ad evitare che ci sia concorrenza tra lavoratori, è particolarmente illuminante”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform