direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Ministro Giorgetti in Umbria visita stabilimenti Aboca ed ex Merloni

SVILUPPO ECONOMICO

“Ci vogliono idee, progetti e coraggio per avventurarsi nei settori del futuro”

ROMA – Visita in Umbria del ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti che si è recato allo stabilimento Aboca di Città di Castello, azienda che realizza innovativi prodotti naturali per la cura della salute, e all’ex stabilimento Merloni di Nocera Umbra, dove è stato presentato il progetto di rilancio e reindustrializzazione dell’area.

“Quando un imprenditore ha un’idea geniale, che funziona, crea lavoro e porta il Made in Italy nel mondo va sostenuto – ha dichiarato Giorgetti incontrando il fondatore di Aboca Valentino Mercati – Compito e dovere della politica e del Mise è far correre chi già cammina sulle proprie gambe liberandolo da catene e inutile burocrazia”.

La visita di Giorgetti è poi proseguita all’ex stabilimento Merloni di Nocera Umbra, dove ha partecipato insieme al presidente della Regione Donatella Tesei alla presentazione del progetto di riconversione e rilancio dell’area attraverso la creazione di un distretto di nanomateriali.

Parlando di imprese e cambiamento all’ex Merloni, il ministro ha affermato: “Dobbiamo attrezzarci con strumenti nuovi. Oggi il problema non sono i finanziamenti. Dobbiamo fare sistema tra imprenditori coraggiosi e istituzioni, Stato, Regione, Comune. Così agganciamo il cambiamento e intercettiamo nuovi percorsi”, aggiungendo poi “ci vogliono idee, progetti e coraggio per avventurarsi nei settori del futuro e credo che qui ci sia la volontà affinché questi isolati capannoni possano riprendere nuova vita, per una crescita duratura e solida senza vendere illusioni. La situazione della ex Merloni – ha sottolineato Giorgetti – è la stessa di tanti tavoli sparsi per il Paese, su cui stiamo ragionando anche su che tipo di ammortizzatori sociali poter continuare a garantire. Non possiamo pensare di creare un sistema di assistenza all’infinito”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform