direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Generale Ciotti visita il contingente italiano in Kosovo in occasione dell’esercitazione Golden Sabre

MINISTERO DELLA DIFESA

(Fonte foto Ministero della Difesa)

PEJA – Nei giorni scorsi, a Camp “Villaggio Italia”, il Comandante del Regional Command West (RC-W), Colonnello Francesco Ferrara, ha accolto il Generale di Divisione Domenico Ciotti, Capo Reparto Supporto Operativo del Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI), il quale ha salutato la Bandiera di Guerra del 1° Reggimento Bersaglieri e firmato l’Albo d’Onore. Informa la nota del Ministero della Difesa. Durante la visita, il Generale Ciotti ha presenziato all’esercitazione NATO-KFOR denominata “Golden Sabre”, condotta dal Regional Command West. All’attività hanno partecipato i tre responder, ossia gli attori responsabili del mantenimento e del controllo della sicurezza e della libertà di movimento in Kosovo. In particolare : la Kosovo Police (first responder), l’European Union Rule of Law – Eulex (second responder) e la Kosovo Force – KFOR (third responder). Sul terreno, anche unità con equipaggiamento anti sommossa, tra le quali assetti dell’Arma dei Carabinieri inquadrati nella Multinational Specialized Unit (MSU), coordinate in maniera accentrata dal RC-W con le unità di manovra di Eulex e della KP. A termine dell’esercitazione, il Generale Ciotti ha salutato il contingente nazionale e ha voluto ringraziare i militari italiani per il loro lavoro, sottolineando l’importanza delle attività che la missione KFOR compie nel sostenere le comunità che vivono in Kosovo. La visita è proseguita poi con un sopralluogo del ponte realizzato a Decane nel 2015 dal 6° Reggimento genio pionieri concludendosi poi presso il Monastero della medesima municipalità. Il Contingente italiano della Kosovo Force (KFOR), in linea con la risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite del 1999, concorre al mantenimento di un ambiente sicuro e protetto, nonché alla libertà di movimento per tutte le comunità che vivono in Kosovo, promuovendo contestualmente attività benefiche sotto la direzione del Comando Operativo di Vertice Interforze. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform