direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il docufilm “Non far rumore. La storia dimenticata dei bambini nascosti” al corso “Linee di pastorale migratoria” della Fondazione Migrantes

ITALIANI ALL’ESTERO

 

ROMA – Si concluderà domani 12 luglio la nuova edizione del Corso di formazione “Linee di pastorale migratoria” organizzato dalla Fondazione Migrantes presso “Villa Aurelia” (via Leone XIII 459, Roma). Il corso di formazione è rivolto non solo ai direttori, vicedirettori e collaboratori diocesani Migrantes di nuova nomina o che non vi hanno mai partecipato, ma anche ai cappellani etnici presenti in Diocesi, per i quali è obbligatorio ai fini della Convenzione che hanno stipulato. In occasione del corso di formazione anche la presentazione del documentario Rai di Alessandra Rossi  e Mario Maiellaro “Non far rumore. La storia dimenticata dei bambini nascosti”. Nel secondo dopoguerra più di 2 milioni di italiani emigrarono in Svizzera, dove la legge allora in vigore non prevedeva il ricongiungimento familiare. Di fatto era vietato per i lavoratori emigranti portare i figli con sé e tra il 1950 e il 1980 entrarono in Svizzera come clandestini dai 15 ai 30 mila bambini, che vissero nascosti in casa, senza poter andare a scuola, uscire e giocare. Bambini a cui fu negata l’infanzia perché figli di emigranti. Fra quei bambini che dovevano rimanere invisibili , che non dovevano fare rumore , anche Toni Ricciardi, storico delle migrazioni presso l’Università di Ginevra e oggi deputato al Parlamento italiano per la circoscrizione Estero, al quale è stata affidata la contestualizzazione storica di quella vicenda.

Il film, andato in onda la prima volta su Raitre nel 2019, è disponibile su RaiPlay. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform