direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Idilli Cromatici”: a Città della Pieve omaggio a Leopardi a 200 anni dall’Infinito

CULTURA

Dal 27 giugno al 6 settembre in mostra  pitture e sculture di artisti italiani e stranieri. In programma anche appuntamenti poetici e letterari

CITTÀ DELLA PIEVE (Perugia) – “Idilli Cromatici – Omaggio a Leopardi a 200 anni dall’Infinito”: dal 27 giugno al 6 settembre, a Palazzo della Corgna di Città della Pieve la mostra curata, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, da Michele Citro, presidente dell’Associazione Culturale “Edizioni Paguro”. Saranno esposte più di 70 opere, tra pitture e sculture (di medio e grande formato)di artisti italiani e stranieri. Inoltre sono in programma appuntamenti poetici e letterari organizzati dalle Edizioni Paguro in collaborazione con l’Accademia Pietro Vannucci di Città della Pieve. Per quanto concerne la mostra, gli artisti si sono dovuti attenere , interpretandolo il tema dell’’Idillio’

Il termine, che Leopardi riprende dai poeti alessandrini Teocrito e Mosco, indica piccoli componimenti di carattere principalmente bucolico e agreste ma può tradursi o interpretarsi, più generalmente, con “piccola scena”, intesa quale punto di sospensione e di riflessione, comunemente e oggettivamente esperibile, limitato e limitante nello spazio e nel tempo, in grado di aprire alla soggettività di un animo umano particolarmente sensibile le porte di utopie — “non luoghi” — senza spazio e senza tempo.

Se per Leopardi l’idillio è quella siepe che, precludendogli lo sguardo all’orizzonte, ne mette in moto la fantasia e l’immaginazione, per gli artisti che esporranno a Città della Pieve è stato lo spazio “de-finito” della tela bianca o della materia grezza, incipit imprescindibili di quella ricerca “estetica”, tutta umana, del contrario da sé: il “non-finito”. Ricerca che produce spazi, figure, forme e colori in-definiti che attivano stati e livelli di ap-prensione e com-prensione superiore e rivelano tanto all’artista quanto al fruitore della sua opera la natura ossimorica delle proprie essenze: la capacità di generare, trasmettere e recepire l’Infinito.

La manifestazione sarà parte integrante di un circuito turistico storico, artistico e culturale di più ampio respiro messo a punto dal Comune di Città della Pieve. Tale circuito prevedrà 4 visite guidate giornaliere — 2 antimeridiane e 2 pomeridiane — alle principali attrazioni cittadine (Museo Civico Diocesano, Santa Maria dei Servi, Oratorio dei Bianchi, Duomo e Palazzo della Corgna), scaglionate in gruppi limitati secondo quanto predisposto dalle vigenti normative relative alla Fase 3. Nello stesso periodo, inoltre, saranno presenti manifestazioni simili anche nei comuni limitrofi quali Chiusi e Castiglione del Lago.  (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform