direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Identità italiana – Italiani all’estero” segnala nuove iniziative presentate per richiamare l’attenzione del Governo sui connazionali costretti al rientro da Ucraina e Russia

ASSOCIAZIONI

 

ROMA – L’associazione culturale “Identità italiana – Italiani all’estero” segnala in una nota che, dopo l’ordine del giorno presentato dalla deputata Elisa Siragusa, anche la senatrice Isabella Rauti è intervenuta per “sollecitare provvedimenti governativi in favore dei connazionali costretti a rimpatriare dall’Ucraina e probabilmente a breve anche dalla Russia, a seguito delle tragiche vicende che dal 24 febbraio scorso travagliano l’Ucraina”.

Nell’interpellanza di Rauti richiamata nella nota si legge che: “sono diversi i cittadini italiani residenti in Ucraina che a causa del conflitto sono stati costretti ad abbandonare le loro case, i propri beni o le loro imprese; allo stesso tempo risultano molti anche i nostri connazionali residenti in Russia, che, per l’effetto delle sanzioni economiche reciprocamente stabilite dall’Unione europea contro la Russia e dalla Russia contro l’Unione europea, si troveranno costretti a rientrare in Italia”. Si chiede dunque di “sapere se il Governo sia a conoscenza della situazione esposta e quali misure intenda attivare per garantire il rientro in sicurezza e la giusta assistenza economica ai nostri connazionali costretti a rimpatriare dall’Ucraina e dalla Russia a causa del conflitto in corso”.

L’associazione ricorda inoltre come la senatrice Rauti abbia presentato anche un apposito emendamento all’Atto del Senato relativo alla crisi ucraina e l’interessamento alla questione assicurato dal deputato eletto nella ripartizione Europa Simone Billi (Lega), al presidente del sodalizio Aldo Rovito.

“Ringraziamo i parlamentari che hanno risposto positivamente alle nostre sollecitazioni ed anche tutti gli altri che autonomamente hanno posto attenzione al problema; auspichiamo che il Governo emani subito provvedimenti anche di tipo amministrativo per venire incontro alle necessità dei nostri connazionali – conclude la nota. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform