direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Gentiloni incontra il ministro degli Esteri palestinese Al Malki

MEDIO ORIENTE

Condanna dei recenti attacchi a Gerusalemme e auspicio che entrambe le parti compiano ogni sforzo per interrompere la spirale di violenza

 

ROMA – Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Paolo Gentiloni,  ha incontrato oggi il suo omologo palestinese Riad Al Malki. Nel corso dell’incontro il titolare della Farnesina ha reiterato la condanna dell’ignobile atto contro una Sinagoga a Gerusalemme e ha espresso l’auspicio che entrambe le parti compiano ogni possibile sforzo per fermare l’escalation e interrompano ogni forma di incitamento alla violenza. Gentiloni ha manifestato apprezzamento per la ferma condanna di questo attacco espressa dal presidente Abbas e reiterata dal ministro Al Malki.

Gentiloni, nel fare appello ai leader israeliani e palestinesi affinché facciano del loro meglio per prevenire un ulteriore deterioramento, ha confermato la tradizionale posizione dell’Italia, in linea con quella europea, di biasimo verso ogni iniziativa che ostacoli la ripresa dei colloqui di pace e pregiudichi la soluzione dei due Stati e ha sottolineato l’opposizione del Governo italiano a qualsiasi modifica dello status quo nei luoghi santi di Gerusalemme e a nuovi insediamenti.

Gentiloni ha informato Malki che la questione del riconoscimento della Palestina verrà valutata con la massima attenzione dall’Italia al momento opportuno e più utile per rilanciare il negoziato. Per l’Italia la priorità resta la ripresa del negoziato tra le parti.

Nel corso del colloquio si è parlato anche dei rapporti bilaterali ed è stata sottolineata la valenza del forte impegno italiano per la ricostruzione a Gaza e per i progetti di sviluppo in Cisgiordania.

Al Malki ha infine invitato Gentiloni a compiere una visita in Palestina nelle prossime settimane. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform