direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Firmata intesa con lo Stato brasiliano di Espirito Santo

REGIONE VENETO

Assessore  Caner: “Aperto un nuovo fronte di cooperazione concreta per le imprese venete”

 

VENEZIA –  “Vogliamo che questo accordo, oltre a sancire un forte legame culturale tra il Veneto e lo Stato brasiliano di Espirito Santo, sia il punto di partenza di nuove e concrete iniziative di reciproco sviluppo economico. Ritengo che il sistema di relazioni tra la nostra Regione e le aree del Sud America nelle quali si registra una forte presenza di  discendenti dei Veneti emigrati nei secoli scorsi, favorisca l’attuazione di iniziative di scambio commerciale e di cooperazione imprenditoriale estremamente produttive, come è avvenuto recentemente con l’operazione che ha visto la Fiera di Verona diventare protagonista principale nell’organizzazione di alcuni dei più importanti eventi fieristici del continente americano, tra cui quelli del settore lapideo ospitati proprio nello Stato di Espirito Santo”.

Lo ha detto l’assessore regionale al commercio estero, al turismo e alle attività promozionali, Federico Caner, in occasione della firma a palazzo Balbi a Venezia, il 18 novembre,  del protocollo volto a promuovere rapporti di amicizia e collaborazione tra Veneto ed Espirito Santo, lo Stato che si estende lungo la costa sud-orientale del Brasile, che con i suoi 3,5 milioni di abitanti, molti dei quali con origini venete, come è stato più volte sottolineato nel corso dell’incontro, “ha molte affinità con la nostra terra, non solo dal punto di vista orografico, ambientale e produttivo, ma anche per lo spirito, le attitudini e le virtù della popolazione”.

La delegazione brasiliana, guidata da Orlando Bolsanelo Caliman, sottosegretario di Stato allo Sviluppo Economico e da Orlando Caliman, vicepresidente dell’associazione degli industriali di Espirito Santo, ha infatti ricordato come la cultura veneta sia ancora presente in numerose manifestazioni e tratti caratteristici delle abitudini di vita degli abitanti.

L’intesa firmata oggi riguarda i rapporti tra istituzioni di ricerca e istruzione, le università, le organizzazioni economiche, l’amministrazione pubblica, i sistemi sociali, i settori economico e del commercio, della scienza e tecnologia, dell’agricoltura e del turismo, dello sport e istruzione, della valorizzazione dei beni culturali e ambientali.

“Un’esperienza di grande interesse attuata in quest’area del Brasile e replicabile anche in altre realtà – ha sottolineato l’assessore Caner – è quella del fondo di sviluppo finalizzato a sostenere le piccole imprese rurali, promossa recentemente dalla Fondazione Etimos”.

Tale fondo, è stato spiegato da Marco Santori presidente Etimos Foundation, utilizza investimenti per finanziare progetti d’impresa nelle filiere del caffè e del latte e nei settori dell’agriturismo e della produzione biologica, finalizzati allo sviluppo non solo economico ma anche sociale dei territori in cui opera. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform