direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Fellini a colori” alla Cineteca di Gerusalemme

MAESTRI DEL CINEMA

L’Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv celebra il grande regista

 

  

TEL AVIV (Israele) – “Mio padre voleva che facessi l’ingegnere, mia madre il vescovo, e io sono diventato un aggettivo”: Federico Fellini commentava con la sua solita ironia il fatto che la parola “felliniano” fosse ormai diventata un termine di uso comune per definire una situazione bizzarra o stravagante. Ed in effetti ogni altra parola sembrerebbe insufficiente ad esprimere il senso ed il valore immenso della sua opera. Il 2020 ha marcato i 100 anni dalla nascita del più importante regista della storia del cinema italiano e purtroppo è stato tutto fuorché un anno felliniano. E nonostante tutto, con quasi un anno di ritardo, l’Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv celebra questo importante anniversario proiettando tutti i film a colori di Federico Fellini.

È’ – si legge sul sito dell’IIC di Tel Aviv –  con grande gioia ed emozione che vi proponiamo l’intera produzione a colori di Fellini, nel mese di maggio, in una vera esperienza cinematografica nelle sale della Cineteca di Gerusalemme. Una buona occasione per ringraziarlo di non essere diventato né ingegnere né vescovo ma di averci regalato alcune fra le espressioni più alte della cultura italiana. La rassegna , iniziata il 3 maggio , ha in programma fino al 29 maggio: Giulietta degli spiriti (1965), Satyricon (1969), I clowns (1971), Roma (1972), Amarcord (1973), Casanova (1976), La città delle donne (1979), Prova d’orchestra (1979), E la nave va (Francia, Italia 1983), Ginger e Fred (1986), Intervista (1986), La voce della luna (1989). Tutti i film sono in italiano con sottotitoli in ebraico. L’accesso è regolato secondo le direttive del Ministero della Salute israeliano e del Green Pass.(Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform