direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Emigrati ed Emigrazione – Storia e musica per raccontarsi” :ad Albareto un volume con le riflessioni degli alunni delle scuole

EVENTI

ALBARETO  (Parma) – Il 3 ottobre ad Albareto, nell’ambito del progetto  “Emigrati ed Emigrazione – Storia e musica per raccontarsi”  coordinato dal Comune dell’Appennino parmense e finanziato dalla Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, sarà presentata una pubblicazione che raccoglie gli elaborati scolastici delle scuole primaria e secondaria di primo grado di Albareto: storie, riflessioni e disegni che affrontano il fenomeno migratorio.

“L’importanza dell’emigrazione è fondamentale nel nostro territorio, e fondamentale è la conoscenza di quei fatti,  di quegli avvenimenti accaduti tanti anni fa ma che sono terribilmente attuali”, sottolinea nella prefazione al libro il  sindaco Davide Riccoboni, spiegando che l’amministrazione comunale ha “fortemente voluto”  all’interno del progetto una collaborazione con le scuole primarie e secondarie . Il sindaco ringrazia il dirigente scolastico per aver aderito alla proposta e gli insegnanti, che “sono riusciti a “scovare” nei loro studenti storie, sentimenti e riflessioni su questo fenomeno”.

“Non c’è famiglia del nostro territorio – scrive il dirigente scolastico Claudio Setti – che non abbia vissuto in tempi diversi, storie e vicende di emigrazione che hanno marcato il destino di tante persone e tanti di noi che viviamo queste splendide vallate. Quanti racconti di viaggi, avventure, incontri testimoniano il cammino passato e recente delle nostre popolazioni; quante situazioni difficili, pesanti, drammatiche hanno determinato la vita e il destino di tanti nostri compaesani. Il legame continuo e gli scambi di vario genere con le nostre comunità all’estero testimoniano quanto importante e speciale sia mantenere sempre vivo un costante e utile rapporto di collaborazione e amicizia.  La scuola e i percorsi formativi predisposti per i nostri alunni non possono restare lontani da questo straordinario fenomeno che continua a ripetersi e a riproporsi in ogni angolo del pianeta, con storie e vicende a volte positive che creano solidarietà, collaborazione, crescita umana e sociale, a volte tristi e drammatiche che creano dolore tristezza e a volte crudeltà”.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform