direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Dublino, letture su Dante in lingua gaelica

CULTURA

A cura dell’Istituto Italiano di Cultura

DUBLINO (Irlanda) – In occasione del Dantedì, lo scorso 25 marzo l’Istituto Italiano di Cultura di Dublino ha organizzato un evento di letture di Dante in lingua gaelica tratte dall’audiolibro “Dalla selva oscura al Paradiso. Un percorso nella Divina Commedia di Dante Alighieri in trentatré lingue”, nato dalla collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Oltre all’Ambasciatore Paolo Serpi, all’evento ha presenziato anche il Presidente della Repubblica d’Irlanda, Michael D. Higgins. Già nel 2015, in occasione del 750esimo anniversario della nascita di Dante, il Presidente Higgins aveva preso parte alla indimenticabile maratona di lettura dell’Inferno presso la National Gallery of Ireland, leggendo in irlandese il primo canto dell’Inferno.

Grazie alla preziosa collaborazione di prestigiosi lettori quali Eiléan Ní Chuilleanáin, Alan Titley e Caitríona Ní Mhurchú, l’opera contiene una versione in irlandese del testo tratta dalla traduzione di Pádraig de Brún e originariamente pubblicata dalla casa editrice An Clóchomhar, curata da Ciarán Ó Coigligh. I brani di raccordo sono stati tradotti per l’occasione da Sinéad Mac Aodha e Aifric Mac Aodha.

La serata ha voluto celebrare questo importante risultato in maniera corale, partendo dai contributi di chi ha letteralmente dato voce al capolavoro dantesco in lingua gaelica, quali lo scrittore e drammaturgo Alan Titley e la poetessa Eiléan Ní Chuilleanáin, passando per gli approfondimenti di rivisitazioni artistiche della Commedia del Prof. Cormac O Cuilleanáin a cui hanno fatto seguito un’introduzione video alla mostra di litografie ispirate ai 100 canti della Commedia dell’artista Liam O Broin e le riflessioni del compositore Patrick Cassidy sulle proprie interpretazioni musicali della Commedia. L’evento si è concluso con una lettura dell’attore Barry McGovern della settima sezione di Station Island del Premio Nobel per la letteratura Seamus Heaney, esempio della profonda influenza che Dante ha esercitato sulla letteratura e cultura irlandese. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform