direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Draghi: “Il prossimo governo, qualunque sia il suo colore politico, riuscirà a superare le difficoltà che oggi appaiono insormontabili. L’Italia ce la farà, anche questa volta”

GOVERNO

Il presidente del Consiglio è intervenuto al Meeting di Rimini

 

(fonte foto Presidenza del Consiglio)

RIMINI – “Tra poche settimane gli italiani sceglieranno la composizione del nuovo Parlamento, che darà la fiducia a un nuovo governo, sulla base di un nuovo programma. A questo proposito: invito tutti ad andare a votare”. Un invito che viene dal presidente del Consiglio Mario Draghi intervenuto oggi al Meeting di Cl a Rimini. Draghi ha ringraziato “tutti i ministri, tecnici e politici, per la dedizione e le competenze che hanno messo al servizio dell’Italia” e ha sottolineato che “nei mesi che abbiamo avuto a disposizione, abbiamo gestito le emergenze che si sono presentate e cominciato a disegnare un Paese più forte, equo, moderno”. “Molto però – ha avvertito  – resta da fare, in un contesto che è ostico e non consente soste”.

“Guidare l’Italia –  ha detto  Draghi- è un onore per cui sono grato al Presidente Mattarella, al Parlamento, alle forze politiche che ci hanno sostenuto, a tutti gli italiani che come voi mi hanno accompagnato con il loro affetto”,. Mi auguro che chiunque avrà il privilegio di farlo, di guidare il Paese, saprà preservare lo spirito repubblicano che ha animato dall’inizio il nostro esecutivo. Sono convinto che il prossimo governo, qualunque sia il suo colore politico, riuscirà a superare quelle difficoltà che oggi appaiono insormontabili – come le abbiamo superate noi l’anno scorso. L’Italia ce la farà, anche questa volta”.

Nel suo intervento Draghi ha riepilogato il lavoro svolto dal governo e si è soffermato su diversi temi:  crisi climatica , guerra in Ucraina, emergenza gas, le sfide contro il Covid, la campagna vaccinale

“Il posto dell’Italia è al centro dell’Unione europea – ha poi sottolineato  Draghi – è ancorato al Patto Atlantico, ai valori di democrazia, libertà, progresso sociale e civile che sono la storia della nostra Repubblica. E’ con questa visione che i nostri padri e i vostri nonni hanno ricostruito l’Italia e reso la nostra economia una delle più dinamiche al mondo e il nostro stato sociale tra i più generosi”. “L’Italia – ha rimarcato –  ha bisogno di un’Europa forte tanto quanto l’Europa ha bisogno di un’Italia forte”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform