direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Dolomiti in Scienza”, ultimo appuntamento il 12 marzo

RICERCA

 

 

 

BELLUNO – Quinto e ultimo appuntamento con “Dolomiti in Scienza 2016”. La decima edizione della rassegna scientifica organizzata dal GDS “Dolomiti”, quest’anno in collaborazione con l’Associazione Bellunesi nel Mondo , si congeda dal suo numeroso pubblico di affezionati sabato 12 marzo, alle ore 17.00 presso il Centro Congressi Giovanni XXIII di Belluno, con gli interventi “Esplorando il pianeta Terra con i geoneutrini” del prof. Fabio Mantovani e “Intelligenze Artificiali: opportunità e rischi per la società”, del dott. Alessandro Prest.

Mantovani è ricercatore di fisica nucleare e subnucleare presso l’Università di Ferrara. Questo il contenuto del suo approfondimento: “È noto che il Sole emette neutrini prodotti dalle reazioni termonucleari nel nucleo della stella. È meno noto che anche la Terra è una sorgente di anti-neutrini. Infatti i decadimenti beta inclusi nelle catene di decadimento dell’uranio e del torio, nonché gli anti-neutrini prodotti dal decadimento del potassio-40, escono dalla Terra e si propagano nell’Universo. Per questo si potrebbe affermare che la Terra è un pianeta che brilla emettendo anti-neutrini. Il seminario si pone l’obiettivo di illustrare le potenzialità dell’esplorazione del pianeta Terra attraverso le misure dei segnali prodotti dai geo-neutrini. Solo nel 2005 sono emerse le prime evidenze di queste sfuggenti particelle grazie all’esperimento KamLAND in Giappone, seguite nel 2010 dalle misure dell’esperimento Borexino, attualmente operativo presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso. Nei prossimi anni sentiremo parlare ancora spesso dei geo-neutrini: grazie anche a queste particelle, infatti, si comprenderà meglio come il nostro pianeta si è formato ed è evoluto.”

Alessandro Prest, invece, membro di Bellunoradici.net, è cofondatore e direttore tecnico di LogoGrab, una piattaforma di intelligenza artificiale che monitora loghi e brands in miliardi di immagini online.

Così è sintetizzato il suo seminario: “il settore tecnologico che sta avendo maggiore impatto sulla società è sicuramente quello dell’intelligenza artificiale. Sotto il termine “intelligenza” si nascondo in verità una moltitudine di intelligenze, ognuna devota a compiti molto specifici. Il loro rapido sviluppo sta portando enormi opportunità a livello economico e sociale quali automobili senza autista, assistenti personali digitali, riconoscimento biometrico e droni di terra, mare e aria. Mentre nel breve termine importanti conseguenze nel mercato del lavoro sono inevitabili, nel lungo termine c’è chi già prospetta scenari di intelligenze artificiali ostili con drammatiche ripercussioni sulla società. La presentazione discuterà le tappe fondamentali che hanno permesso il progresso delle intelligenze artificiali e il perché scenari apocalittici in cui queste si alleeranno contro il genere umano sono ben oltre l’orizzonte di questo secolo.”

Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito del GDS Dolomiti: www.gdsdolomiti.org.

Come sempre, l’ingresso alla manifestazione è libero e aperto a tutti.(Abm news/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform