direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Diario di un baritono fallito: Eugenio Montale e la musica”, 10 febbraio conferenza online dell’IIC di Haifa

CULTURA

HAIFA – Per la serie ‘Letteratura e Musica: legami, intrecci, visioni’, l’Istituto Italiano di Cultura di Haifa terrà il 10 febbraio, dalle ore 18 alle 19, la seconda di sei conferenze gratuite online, a cura del Prof. Massimo Acanfora Torrefranca. Per partecipare è necessario iscriversi inviando una mail all’indirizzo iichaifa@esteri.it e si riceverà il link per accedere alla piattaforma Zoom: il link sarà valido anche per gli incontri successivi. L’evento si terrà in italiano. Cosa hanno in comune la musica e la poesia di Montale? La musica domina la vita di Montale: esplicite sono le allusioni presenti in tutte le sue raccolte, a cominciare da Ossi di Seppia. La musica è come una fonte di ispirazione, formale e non solo: diversi sono i riferimenti a Debussy e Beethoven. Il suo amore sconfinato e competente per l’opera – si definì sempre “mediocre poeta, critico musicale non d’eccezione, ma soprattutto, baritono fallito” – in aggiunta ai suoi studi di canto e di musica e alle sue cronache musicali chiariscono bene il connubio tra musica e poesia in Montale. Massimo Acanfora Torrefranca ha svolto gli studi di musica e musicologia a Roma, laureandosi con Pierluigi Petrobelli (direttore dell’Istituto di Studi Verdiani, una delle massime autorità mondiali nel campo dell’opera italiana), e ha compiuto gli studi di dottorato a Princeton e a Gerusalemme. E’ stato docente di storia della musica all’Università Ebraica per diversi anni, redattore capo alla Deutsche Grammophon di Amburgo, direttore della Biblioteca Nazionale di Musica e della Fonoteca Nazionale a Gerusalemme, nonché responsabile e conduttore di programmi musicali per Radio3 Rai. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform