direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Di ritorno dall’Argentina

ASSOCIAZIONI

Da “Piemontesi nel mondo”, numero di dicembre

 

 

FROSSASCO (Torino) – Il viaggio in Argentina tanto atteso, desiderato, preparato, si è svolto dal 23 novembre al 2 dicembre, tra Cordoba, San Francisco, Mendoza e Buenos Aires. Sono stati giorni intensi, grazie all’affetto e alla partecipazione di tanti vecchi e nuovi amici che ci aspettavano con la nostra stessa emozione, ci hanno accolto con grande entusiasmo e ci hanno fatto sentire in famiglia. La delegazione piemontese rappresentava le provincie di Cuneo, Asti e la Città Metropolitana di Torino con la presenza di diversi  amministratori locali; tra essi : il Sindaco di Cuneo e Presidente della Provincia, il suo Vicepresidente già Sindaco di Bagnolo Piemonte, il Consigliere Provinciale e Sindaco di Caraglio, la Sindaca di Marene, assessori, consiglieri, ex Sindaci di Frossasco, Cavallermaggiore, Osasco. Tra i momenti ufficiali di rilievo : la visita al Monumento Nazionale all’Inmigrato Piemontese di San Francisco; l’incontro presso il palazzo della Legislatura con il Vicegovernatore e il Direttore della Cooperazione internazionale del Governo della provincia di Cordoba; un incontro conviviale alla presenza dell’Intendente della città di San Francisco, di diversi amministratori locali e rappresentanti di Associazioni piemontesi provenienti da circa 20 località. Applauditissimi i tre concerti proposti dal Trio Musicale dell’Associazione Piemontesi nel mondo, che hanno fatto toccare con mano quanto l’attaccamento alle tradizioni sia un valore presente.

A Mendoza, nell’Istituto Islas Malvinas ed Università Champagnat, è stato siglato un “patto di amicizia” tra le città di Asti e Guaymallén, auspicando un futuro gemellaggio all’insegna del vino e del turismo. Grandi emozioni, intensi momenti insieme, grande affetto; una lunga lista di saluti da scambiare tra i due lati dell’Oceano, l’impegno a mantenersi in contatto e continuare a lavorare insieme per rinvigorire in ogni occasione possibile i legami che caratterizzano i gemellaggi ed il nostro essere piemontesi.(Luciana Genero)

^^^^^^^^^^^^^

Come Responsabile del Settore Arte e Cultura dell’Associazione, avevo posto una particolare attenzione nella scelta del repertorio dei tre concerti da presentare in Argentina, nel “debutto” del Trio Musicale in quel Paese, non volendo deludere le aspettative delle persone che avremmo incontrato. Accostare, in un’ideale sintesi, i grandi successi della musica italiana alle colonne sonore, i brani della tradizione popolare piemontese di lontana e recente memoria ai canti che hanno accompagnato la storia dell’emigrazione, si è rivelata una scelta vincente, suggellata dall’entusiasmo del pubblico. I nostri spettatori hanno gioito con noi, cantato con noi, qualcuno si è commosso fino alle lacrime. Per me, per il violinista Guido Neri ed il tenore Michelangelo Pepino, miei compagni di viaggio, si è trattato di un’indimenticabile esperienza umana ed artistica, di cui ringraziamo anzitutto gli organizzatori che si sono prodigati a San Francisco, a Mendoza, a Buenos Aires, e tutti i partecipanti che ci hanno ascoltato ed applaudito con sincero affetto, condividendo le proposte artistiche di comune valore.(Fabio Banchio)

^^^^^^^^^^^^

Desidero associarmi ai ringraziamenti precedenti dei miei due Vicepresidenti, che hanno riportato dal viaggio in Argentina splendide sensazioni ed un rinvigorito impegno di lavoro per l’associazionismo piemontese nel mondo. Grazie alla coesione della delegazione piemontese composta, tra l’altro, da importanti rappresentanti di enti pubblici piemontesi che ringrazio per la partecipazione, grazie al lavoro organizzativo delle Associazioni argentine locali, grazie alla partecipazione di numerosi rappresentanti di istituzionali locali, rappresentanti di associazioni, simpatizzanti ed amici, penso sia stato raggiunto l’obiettivo di questo viaggio : un momento di festa per una riflessione comune e collettiva sul valore dei gemellaggi, per riprenderne i presupposti, incrementare le relazioni, aumentarli di numero, mantenendo viva la memoria ed attualizzando la ricerca di opportunità ed obiettivi. Grazie a tutti e buona continuazione del lavoro comune.(Michele Colombino-Associazione Piemontesi nel mondo/Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform