direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Covid 19 e voto, soddisfazione del ministro Luciana Lamorgese per il funzionamento della macchina elettorale

INTERNO

Capillare sforzo organizzativo per garantire il diritto di voto per tutti i cittadini

ROMA – Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese esprime soddisfazione per il funzionamento della macchina elettorale, predisposta per la prima volta con l’adozione di specifiche misure nei seggi per contenere la diffusione del virus Covid 19.

Nella nota diffusa in proposito si sottolinea la prova “molto impegnativa per la macchina organizzativa che fa capo al ministero dell’Interno, alle prefetture e ai comuni”, rilevando che “il sistema ha retto l’impatto imposto dall’emergenza sanitaria Covid 19”. “Per questo capillare sforzo – ha dichiarato il ministro Lamorgese nella sala stampa del Viminale alla chiusura delle urne – è doveroso ringraziare i presidenti di seggio e gli scrutatori, i sindaci, i prefetti e l’intera macchina elettorale del Viminale, nonché le forze di polizia e i volontari della Protezione civile: tutti insieme, in queste elezioni molto complesse a causa dell’emergenza Covid 19, hanno reso un grande servizio al Paese consentendo, seppure in una situazione inedita, il pieno esercizio del diritto di voto”.

Un ringraziamento particolare è stato  rivolto ai “tantissimi cittadini, anche anziani, che sono andati a votare, dimostrando così attaccamento alle istituzioni democratiche, riponendo la loro fiducia nelle misure precauzionali adottate su indicazione del Ministero dell’Interno”.

Le operazioni di voto si sono svolte regolarmente in tutte le 61.622 sezioni ordinarie, nelle sezioni ospedaliere (istituite quest’anno anche negli ospedali con almeno 100 posti letto) e anche nei seggi speciali che hanno raccolto a domicilio il voto (3.097 le richieste) per gli elettori in trattamento domiciliare o in quarantena e in isolamento fiduciario.

Per le sezioni ospedaliere e i seggi speciali, tenendo conto dei potenziali aventi diritto secondo i dati forniti dal ministero della Salute (123.124), sono stati forniti: 100 mila camici monouso; 200 mila guanti monouso; 30 mila mascherine chirurgiche; 4 mila mascherine filtranti; 2 mila visiere.

Tutto questo materiale, messo a disposizione delle aziende ospedaliere in via di anticipazione dalle Regioni, verrà rifuso dal commissario straordinario per l’emergenza Covid 19 alle stesse autorità regionali.

Con riferimento ai seggi ordinari le prefetture hanno fatto distribuire: 15 milioni di mascherine; 3 milioni di guanti; 300 mila litri di gel igienizzante.

Sono stati 465 i comuni (per un totale 1.453 sezioni elettorali) che hanno risposto alla richiesta partita a giugno dal Viminale per ottenere un monitoraggio degli edifici extrascolastici in cui installare i seggi. Il Viminale ha già predisposto un tavolo di lavoro per ampliare questa “offerta” in vista delle amministrative del 2021. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform