direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Cooperazione allo sviluppo, finanziati progetti per Mozambico, Balcani e Uganda

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

Stanziati 800mila euro per tre anni

 

TRENTO – Prosegue l’impegno della Provincia autonoma di Trento nel campo della cooperazione internazionale allo sviluppo. Mozambico, Balcani e Uganda sono le aree in cui si interverrà con tre progetti che sono stati approvati e finanziati oggi dalla Giunta provinciale, su proposta dell’assessora competente Sara Ferrari.

Con l’approvazione delle proposte di intervento si dà infatti attuazione alla programmazione adottata dalla Giunta provinciale in materia di cooperazione internazionale allo sviluppo, che prevede l’evoluzione delle iniziative storiche di cooperazione, in Mozambico e nei Balcani, verso il partenariato territoriale e il sostegno, attraverso il cofinanziamento, di progetti dell’Unione europea.

Questi sono gli interventi approvati e finanziati:

CAM- Consorzio Associazioni con il Mozambico Onlus (Il Mozambico in Trentino 2.0): nel 2016 si prevede di rafforzare una serie di attività iniziate da tempo nel Distretto di Caia, in Mozambico, con particolare attenzione ai settori dell’ambiente, dello sviluppo economico e sociale, dell’attenzione alle fasce più bisognose della popolazione (disabili, bambini, donne). Si prevedono attività di formazione e assistenza tecnica, in particolare a sostegno del settore agricolo e agroalimentare (sesamo, latte); di sostengo alle capacità di governo delle autorità locali; di sostengo al mercato del credito. Sarà avviato uno studio di fattibilità per un servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani nella città di Beira, capoluogo della provincia di Sofala.

ATB – Associazione Trentino con i Balcani (Programma di cooperazione e sviluppo 2016) – cofinanziato dall’Ue: il progetto prevede la prosecuzione e il rafforzamento del programma di cooperazione comunitaria tra il Trentino e i vari paesi balcanici coinvolti (Kossovo, Serbia, Montenegro, Albania). In particolare si prevede di rafforzare le attività di interscambio e di formazione, con la prospettiva di innestare, dove possibile, iniziative di scambio anche economico con imprese e operatori economici trentini. Si prevede parallelamente di proseguire l’impegno nell’ambito della salute mentale, attraverso la formazione e lo scambio di operatori.

Per questi primi due progetti si lavora anche ad un possibile coinvolgimento di imprese trentine.

ACAV-Associazione Centro Aiuti Cooperazione Sviluppo terzo mondo; per il nord dell’Uganda (Educazione: passaporto per il futuro) – cofinanziato dall’Ue: il progetto si propone di aumentare l’accesso al mercato del lavoro per 1500 giovani, rafforzare le capacità di 6 istituti tecnici professionali e migliorare le competenze del personale dei 5 distretti coinvolti. Sono previste attività di formazione e assistenza tecnica, la consegna di una serie di kit per l’avvio di microimprese, l’organizzazione di 60 contratti di apprendistato. Il sostegno della Provincia riguarda in particolare la formazione di 600 giovani e la fornitura di 900 kit.

Le risorse provinciali stanziate per sostenere questi interventi ammontano a oltre 709.000 euro per il 2016 e 50.000 euro all’anno per i due anni successivi.  A questi fondi vanno aggiunti i contributi che provengono dall’Unione europea, per due progetti, e le risorse da autofinanziamento. (lr-Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform