direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Con la tappa a Praga concluso il tour di Paolo Giordano nella Mitteleuropa

INCONTRI CON GLI AUTORI

 

Invitato dagli Istituti Italiani di Cultura di Budapest, Bratislava e Praga in occasione della pubblicazione in ungherese, slovacco e ceco del suo ultimo romanzo “Il nero e l’argento”

 

PRAGA – Lo scrittore Paolo Giordano ha concluso il tour promozionale che lo ha visto in questi giorni protagonista, su invito degli Istituti Italiani di Cultura delle rispettive capitali, a Budapest (29 febbraio), Bratislava (2 marzo) e Praga (3-4 marzo), in occasione della pubblicazione in ungherese, slovacco e ceco del suo ultimo romanzo, “Il nero e l’argento”.

Nella capitale ceca l’autore si è intrattenuto con gli studenti di italianistica della Facoltà di filosofia dell’Università Carlo IV, in compagnia della traduttrice dei suoi romanzi, Alice Flemrova, e ha presentato al pubblico nella libreria Palac knih Luxor, sulla centralissima piazza San Venceslao, la versione in lingua ceca delle sue tre opere: La solitudine dei numeri primi, Il corpo umano e Il nero e l’argento. Nel corso dell’incontro, al quale hanno preso parte anche l’ambasciatore italiano in Repubblica Ceca, Aldo Amati, e il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Praga, Giovanni Sciola, lo scrittore ha illustrato la propria produzione letteraria, sottolineando il forte legame di continuità che unisce tutte le sue opere narrative, momenti differenti di una stessa vita registrati e trasfigurati in una sorta di diario cifrato. In merito alla scrittura e al ruolo dello scrittore, Paolo Giordano ha rilevato come la formazione scientifica abbia contribuito in maniera decisiva alla sua maturazione di letterato.

“Le scienze esatte e la letteratura non sono in contrapposizione dentro di me e la scrittura è un bel tentativo di accordare i due linguaggi – ha dichiarato l’autore – Un bravo scrittore è colui che ha la capacità di vedere anche le più piccole sfumature, mantenendo, allo stesso tempo, un rapporto più schietto, spietato e assiduo con la verità”.

Al termine degli incontri pubblici, l’autore ha fatto visita all’Istituto Italiano di Cultura di Praga ove ha rilasciato una serie di interviste ai principali media della Repubblica Ceca.

Paolo Giordano, nato a Torino nel 1982, è laureato in fisica e ha conseguito un dottorato di ricerca in fisica delle particelle. Dal 2008 è uno scrittore affermato e i suoi libri sono noti best seller. Ha pubblicato tre romanzi: “La solitudine dei numeri primi” (Mondadori, 2008, vincitore del Premio Strega e del Premio Campiello Opera Prima), “Il corpo umano” (Mondadori, 2012) e “Il nero e l’argento” (Einaudi, 2014), tutti tradotti in lingua ceca e distribuiti dall’editore Odeon. Nel 2010 il regista Saverio Costanzo ha tratto dal primo romanzo un film interpretato da Alba Rohrwacher (premiata al Nastro d’Argento) e Isabella Rossellini. La pellicola, sceneggiata dallo stesso regista con Giordano, è stata presentata al 67° Festival di Venezia. Collabora con Il Corriere della sera.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform