direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Bulgaria, il prof. Emanuele Parsi all’Ambasciata d’Italia a Sofia per un incontro dedicato ai seguiti del Vertice NATO di Madrid, alla situazione in Ucraina, alla difesa europea e alla sicurezza del Mar Nero

RETE DIPLOMATICA

 

SOFIA – In occasione della visita a Sofia del prof. Vittorio Emanuele Parsi si è tenuto presso la Residenza dell’Ambasciatrice d’Italia a Sofia un incontro dedicato ai seguiti del Vertice NATO di Madrid, alla situazione in Ucraina, alla difesa europea e alla sicurezza del Mar Nero, organizzato in collaborazione con il Club Atlantico in Bulgaria.

L’evento è stato inaugurato dall’ambasciatrice Giuseppina Zarra e dal presidente del Club Atlantico in Bulgaria, dott. Solomon Passy.

La discussione si è articolata in tre panel. Nel primo Angel Apostolov e il prof. Parsi hanno illustrato gli esiti del recente Vertice NATO di Madrid, dove i capi di Stato e di Governo hanno discusso del Concetto Strategico 2022 e delle prossime misure che saranno adottate in merito alla crisi ucraina. Nel secondo panel, Bisserka Benisheva e il prof. Parsi hanno analizzato la sicurezza dell’Unione Europea e le prospettive della Presidenza ceca. Nel terzo e ultimo panel, Velizar Shalamanov e il prof. Parsi hanno affrontato il tema della sicurezza del Mar Nero.

Dopo la discussione, il prof. Parsi ha presentato il suo ultimo lavoro intitolato “Titanic: Il naufragio dell’ordine liberale”, nel quale si analizzano le difficoltà del mondo democratico liberale che sembra fronteggiare un iceberg rappresentato dal declino della leadership americana e l’emergere delle potenze autoritarie di Russia e Cina, dalla polverizzazione della minaccia legata al terrorismo, e dall’affaticamento delle democrazie strette tra populismo e tecnocrazia. Nell’illustrare le difficoltà delle democrazie liberali e il cambiamento degli equilibri di potere, il libro fornisce anche suggerimenti su come le democrazie europee possono ristabilire un nuovo equilibrio politico per mediare tra l’imperativo di crescita economica del mercato e la solidarietà sociale.

Vittorio Emanuele Parsi è professore di Relazioni internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Direttore dell’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali, membro fondatore della Società per lo Studio della Diffusione della Democrazia, membro dell’Advisory Board of LSE-IDEAS (the Center for Diplomacy and Strategy at the London School of Economics). Fa inoltre parte del Gruppo di Riflessione Strategica del Ministero degli Affari Esteri. È editorialista de “Il Sole 24 ore” e “Avvenire”. Autore di numerosi volumi, tra cui: Democrazia e mercato (Jaca Book 1995); Teorie e metodi delle relazioni internazionali. La disciplina e la sua evoluzione (Laterza 2009); La fine dell’uguaglianza. Come la crisi economica sta distruggendo il primo valore della nostra democrazia (Mondadori 2011); Vulnerabili: come la pandemia sta cambiando la politica e il mondo. La speranza oltre il rancore (Piemme 2021). (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform