direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Bergamo, dopo l’interruzione dovuta alla pandemia torna la processione per la Festa dell’Apparizione. Apertura della Porta Santa della Speranza

TRADIZIONI RELIGIOSE

Mons. Francesco Beschi presiederà al Santuario cittadino dell’Addolorata la celebrazione eucaristica del pomeriggio e la solenne processione serale del 18 agosto. Il 10 agosto apertura della Porta della Speranza. Il 16 Messa per i malati, volontari e operatori sanitari

BERGAMO – Bergamo si prepara a celebrare la Festa dell’Apparizione – evento centrale della devozione mariana della città – con la fiducia e la speranza di una ripartenza, con la reintroduzione della processione, nel rispetto delle norme di sicurezza dovute al protrarsi del periodo pandemico. A causa della prima e acuta fase della pandemia i festeggiamenti dello scorso anno 2020 sono stati fortemente limitati e si sono conclusi con la preghiera di affidamento della città all’Addolorata, da parte del Vescovo di Bergamo, interrompendo così la secolare tradizione della processione. Quest’anno come segno di ripresa e apertura della comunità, la Parrocchia di Santa Caterina con il comitato dei festeggiamenti ripristinerà, seppure in modo ristretto e ridotto, la solenne processione con l’antico simulacro dell’Addolorata per le vie del Borgo d’Oro, presieduta dal Vescovo mons. Francesco Beschi, nel rispetto di uno specifico protocollo anti-assembramento.. Il percorso della processione sarà limitato alla prima metà tradizionale, cioè dal Santuario percorrendo via Santa Caterina fino all’Accademia Carrara, grazie alla rinnovata disponibilità della pinacoteca, e da qui il ritorno al santuario. Nel corteo processionale si prevede, nel rispetto dei limiti previsti, la partecipazione di 700 persone. Appuntamento importante quest’anno sarà l’apertura della Porta Santa della Speranza al Santuario dell’Addolorata. Il Santuario dell’Addolorata aprirà i battenti ai pellegrini, ai quali verrà concessa l’indulgenza secondo le consuete condizioni: confessione sacramentale, comunione eucaristica e preghiera secondo l’intenzione del Papa. Quanto al programma dei festeggiamenti in occasione del 419esimo anniversario dell’Apparizione restano alcuni appuntamenti centrali. Il 16 agosto Messa per i malati, volontari e operatori sanitari, presieduta da don Michelangelo Finazzi, Direttore dell’Ufficio diocesano della Salute. Alla vigilia del Settenario dell’Apparizione, lunedì 9 agosto, viene ripristinato anche il tradizionale concerto di apertura in Santuario per baritono (Giuseppe Capoferri), tromba (Francesco Panico) e organo (Damiano Rota). Giovedì 12 agosto Messa votiva a “Maria Regina della Famiglia” nell’Anno dedicato alla Famiglia Amoris Laetitia e a San Giuseppe. Sono invitate in modo particolare le coppie unite in matrimonio nel Santuario.

E così l’imminente ricorrenza amata dai bergamaschi che quest’anno, come detto, non vedrà lo svolgersi dei fuochi d’artificio allo stadio e la cena lungo via Santa Caterina, vedrà snodarsi nel rispetto delle consuete precauzioni la suggestiva processione con il seicentesco simulacro raffigurante la Beata Vergine Addolorata: richiamo all’affresco oggetto dell’evento prodigioso del 18 agosto 1602 quando tre raggi di stella andarono a rinvigorire tale effigie ormai logorata dal tempo. Fatto prodigioso al quale seguirono una serie di guarigioni e di innumerevoli “Grazie ricevute”. L’affresco, che era posto sul muro di una casa, da oltre quattro secoli si venera intatto sull’altare maggiore del santuario: luogo di preghiera e di consolazione durante tutto l’arco dell’anno in particolare per le situazioni di precarietà economica, lavorativa, familiare e di salute. Il santuario cittadino dell’Addolorata, situato nel quartiere storico di Santa Caterina, annoverato in questi ultimi anni tra i Borghi onorari più belli d’Italia, è meta di numerosi fedeli e pellegrini anche da fuori provincia soprattutto nei giorni de “L’Apparizione”. E proprio il pomeriggio e la sera del 18 agosto il Vescovo di Bergamo presiederà le celebrazioni del pomeriggio e della sera nel giorno della ricorrenza del 419esimo anniversario del prodigio Giornata nella quale culmineranno i vari riti liturgici che, pur con le dovute limitazioni e precauzioni anti-contagio, si susseguiranno a partire dal 7 agosto.

Il programma delle celebrazioni è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte, fra gli altri, il prevosto di Santa Caterina e rettore del santuario della Beata Vergine Addolorata, Monsignor Pasquale Pezzoli, il presidente del Comitato per i Festeggiamenti, Alessandro Invernici, insieme al Segretario generale della Curia diocesana di Bergamo, Monsignor Giulio Dellavite, e l’assessore del Comune di Bergamo, Marco Brembilla, da sempre legato alla Festa. E’ intervenuto inoltre il direttore artistico della Parrocchia di Santa Caterina, Damiano Rota, e il vicepresidente vicario della Banca di Credito Cooperativo d Bergamo, Francesco Percassi, in rappresentanza del presidente Duillio Baggi, il quale ha assicurato alla Parrocchia il contributo della Banca. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform