direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Teheran, dibattito sul futuro del teatro dopo il Covid-19

CULTURA

TEHERAN (Iran) – Si è tenuto ieri, nella Residenza dell’Ambasciatore italiano a Teheran, Giuseppe Perrone, un dibattito finale sulla serie esclusiva prodotta dall’Ambasciata italiana a Teheran “8 1/2 Theatre Clips. How Covid-19 Pandemic Has Changed Our Lives” in collaborazione con le compagnie teatrali italiana “Instabili Vaganti” e iraniana “Don Quixotte”.

Al centro della discussione, lo stato attuale del teatro e le sue prospettive future. Il dibattito, condotto dal critico iraniano Maziar Fekri Ershad, ha visto tra i partecipanti l’attore Nicola Pianzola e la regista Anna Dora Dorno di “Instabili Vaganti” – ideatori e realizzatori della serie assieme all’Ambasciata -, il mimo Danial Kheirikhah, il regista Ali Shams – anima iraniana di questa produzione congiunta – e Mohammad Rahmanian, celebre scrittore e regista iraniano.

L’Ambasciatore d’Italia in Iran, Giuseppe Perrone, in apertura della discussione, si è congratulato con le due compagnie teatrali per i risultati raggiunti ed ha espresso l’auspicio che, con l’avvio della vaccinazione, anche le arti performative possano ritrovare nuovi spazi e campi di fioritura.

La serie teatrale è stata avviata nell’agosto 2020 sulla scorta di un’idea originale dell’Ambasciata e di “Instabili Vaganti”, che riprende il titolo ed alcuni temi del celebre film felliniano “Otto e mezzo”, con l’obiettivo di mettere a confronto virtualmente le tradizioni teatrali italiana ed iraniana su una tematica di attualità globale come il rapporto con la normalità ai tempi della pandemia. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform