direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Montevideo la riunione della Commissione Continentale America Latina del Cgie

CGIE

Dal documento finale

 

Fra gli argomenti trattati la situazione della comunità italiana in Venezuela, il processo elettorale all’estero e la promozione della lingua e della cultura italiana

 

MONTEVIDEO – La Commissione Continentale America Latina del Cgie si è riunita a Montevideo (Uruguay) il 19, 20 e 21 aprile 2018, sotto la presidenza del vice-segretario, il consigliere Cgie Mariano Gazzola, e alla presenza di tutti i suoi componenti. La Commissione ha potuto contare, durante i suoi due primi giorni di lavoro, sulla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Uruguay Gianni Piccato, e il Primo Consigliere d’Ambasciata Alessandro Costa. Si ringrazia la presenza ed i loro significativi interventi. Inizia cosi il documento finale della Commissione Continentale America Latina in cui si segnala anche l’intervento via Skype del direttore generale della Dgit Luigi Maria Vignali, e del segretario esecutivo Cgie  Marcello Cavalcaselle, che hanno discusso con i consiglieri i principali punti all’Ordine del Giorno.

Nel documento si affronta in primo luogo la situazione della comunità Italiana in Venezuela: Sentita la relazione del Cons. Nello Collevecchio del Venezuela, con la quale ha informato sulla drammatica situazione che vive questo paese e per quanto di nostra competenza sugli effetti per la comunità italiana ivi residente, la Commissione riconferma la solidarietà e vicinanza alla comunità italo-venezuelana, e si appella al Governo e tutte le forze politiche venezuelane al fine di trovare quanto prima le soluzioni che consentano al Paese di ritornare alla convivenza pacifica e riprendere la strada dello sviluppo e della prosperità che lo hanno caratterizzato nei decenni passati. Il Consigliere Collevecchio manifesta che la comunità italiana continua a sentirsi in uno stato di ‘abbandono’ in particolare a causa della mancanza di servizi consolari adeguati alle reali necessità. La Commissione consapevole dei provvedimenti già attuati dal nostro Ministero degli Esteri, chiede in questa occasione, al Governo italiano ed al Parlamento, di rinnovare il loro impegno a sostegno di questa comunità, provvedendo allo stanziamento di ulteriori fondi specifici che consentano al Maeci di prendere le misure urgenti per sostenere la nostra comunità e necessari a dotare la struttura consolare con i mezzi idonei a garantire i servizi in tutto il territorio venezuelano, in particolare attraverso la nomina di Corrispondenti consolari (nominati previo parere consultivo di Comites e Cgie) e la restituzione delle deleghe ai Viceconsoli e agli Agenti Consolari”. Per quanto riguarda l’analisi del processo elettorale all’estero la Commissioneha manifestato il proprio disappunto per la mancata informazione e comunicazione nei tempi dovuti dei risultati elettorali finali della Circoscrizione Estero, nonostante la richiesta ufficiale alla Corte d’Appello del Segretario Generale Cgie del 10 aprile 2018. Dall’analisi approfondita, emerge la necessità di riconsiderare le procedure e le tempistiche dell’esercizio di voto e di tutto il processo elettorale all’estero, considerando che in America Latina sia le distanze che tutte le strutture di comunicazione non sono adeguate per rispondere con efficienza al processo elettorale in tutte le sue fasi”. In proposito la Commissione ha predisposto  La Commissione ha predisposto due specifici ordini del giorno, approvati all’unanimità, e allegati al presente documento. Sul fronte della promozione e della diffusione della lingua e della cultura italiana  la Commissione ha ascoltato gli interventi del Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura e della Dirigente scolastica dell’Ambasciata di Montevideo, e la relazione dei membri del CdP presenti sugli interventi del Direttore Generale Vicenzo De Luca in merito alle diverse iniziative sulla promozione del Sistema Paese all’estero, e del Direttore Centrale Roberto Vellano sulla modifica della Circolare 13.  “La Commissione ritiene necessario un maggior coordinamento dei diversi attori della promozione e diffusione della lingua e cultura in generale, e una azione precisa e coordinata nel territorio di Rappresentanze diplomatico-consolari, Istituti Italiani di Cultura e rappresentanza della comunità, che punti alla qualità e alla formazione del personale docente con aggiornamenti periodici. La Commissione ritiene importante che le azioni di promozione della lingua italiana tengano in considerazione il fatto che in America Latina le comunità sono ormai composte da persone di seconda, terza e quarta generazione, e che pertanto la promozione debba superare l’ambito scolastico, puntando anche su giovani e adulti e su tutti coloro interessati alla cultura italiana. La Commissione sostiene che l’investimento nella diffusione della lingua e cultura italiana sia uno strumento di primaria importanza per la promozione dell’Italia contemporanea fra gli italiani e gli italo discendenti nell’ottica di riscattare la propria identità, così come per rendere effettivo e visibile il Sistema Italia nei diversi paesi”. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform