direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Melbourne il summit globale sull’innovazione alimentare di Seeds and Chips

SUMMIT

Partecipa il senatore eletto per il Pd nella ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide, Francesco Giacobbe

 

MELBOURNE – Il senatore eletto per il Pd nella ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide, Francesco Giacobbe è intervenuto al summit globale sull’innovazione alimentare di Seeds and Chips svoltosi a Melbourne, alla presenza di John Kerry, ex segretario di Stato americano, dei ministri dello Stato australiano del Victoria Martin Pakula e Jaclyn Symes, di Radek Sali, presidente del Food and Wine Victoria, Marco Gualtieri, fondatore Seeds and Chips, Pierluigi Trombetta, console generale d’Italia e Pip (Filippa) Courtney, conduttrice del programma dell’ABC Land Line.

Ringraziando per l’invito, Giacobbe ha rimarcato la rilevanza del tema del summit, che rappresenta “una sfida mondiale”. “La produzione sostenibile di cibo nel mondo è messa alla prova da molte minacce tra cui, i cambiamenti climatici, il calo delle risorse naturali, l’inquinamento, la distruzione dell’ambiente e degli habitat naturali, lo sfruttamento dei lavoratori, la mancanza di investimenti nell’agricoltura, la cattiva educazione alimentare e, ultimo ma non meno importante , lo spreco di risorse alimentari  – ha dichiarato Giacobbe. “Voglio qui con voi condividere una delle mie convinzioni più forti – ha proseguito l’esponente dem, – credo che i problemi alimentari nel mondo non possano essere risolti senza considerare i paesi in via di sviluppo ed una crescita sostenibile. È necessario un nuovo paradigma. I Paesi sviluppati non possono più permettersi di fornire aiuti ai Paesi in via di sviluppo mediante assistenza finanziaria e occasionalmente in caso di gravi catastrofi. Abbiamo il dovere e la necessità di prevenire l’escalation dei problemi ed evitare i disastri.

Dobbiamo impegnarci in programmi di cooperazione volti a fornire risorse per sviluppare agro-imprese sostenibili nei paesi in via di sviluppo – ha continuato il Senatore. “Dobbiamo passare dall’assistenza in sé a programmi di cooperazione e collaborazione che coinvolgano risorse finanziarie, umane e tecnologiche. In Italia, ad esempio, siamo orgogliosi di avere il know-how e le competenze derivanti da secoli di esperienza e la tecnologia per produrre ed aggiungere valore a prodotti agricoli di alta qualità. Le nostre tradizioni alimentari non sono seconde a nessuno e le nostre tecniche agricole sono rispettose dell’ambiente e della crescita sostenibile. Se queste risorse vengono messe a disposizione per formare nuove imprese agro-alimentare nei paesi in via di sviluppo potremmo raggiungere molti obiettivi. Fra questi – rileva Giacobbe – cibi di alta qualità ed un contributo significativo allo sviluppo delle economie locali con la creazione di attività e posti di lavoro e quindi l’opportunità per le popolazioni locali di rimanere nei paesi natii”. A conclusione del suo intervento il senatore ha sottolineato come uno sforzo da parte di tutti “può e deve portare ad un mondo migliore e sostenibile; non abbiamo nulla da perdere, al contrario, tanto da guadagnare”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform