direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Madrid , “Aperture/Aperturas” di Laura Giardino

MOSTRE

Dal 24 aprile al 12 giugno all’Istituto Italiano di Cultura

 

MADRID – All’Istituto Italiano di Cultura di Madrid dal 24 aprile al 12 giugno potrà essere visitata la mostra  “Aperture/Aperturas” di Laura Giardino. Con questa esposizione il progetto di arte contemporanea dell’IIC presenta un’artista figurativa. Le opere pittoriche di Giardino sono immagini ferme di una narrazione silenziosa e sospesa. Figure prese dall’iconografia vintage di matrice pubblicitaria, che l’artista “ruba” dalle riviste, da quelle che trova casualmente nella web, dalla fotografia e dal cinema, componendole secondo un gusto di ispirazione noir. Guardando le sue opere troviamo chiari rimandi a Edward Hopper per la solitudine dei suoi personaggi, ma in Giardino sono le donne ad essere protagoniste e a noi spettatori ci sembra di entrare – attraverso queste Aperture – nella loro intimità senza essere stati invitati Non è la realtà quella che Giardino vuole mostrare nei suoi quadri, ma una interpretazione molto peculiare della stessa in cui le sue donne così inquietanti hanno appena fatto qualcosa di strano, che attira la nostra attenzione per risvegliare i nostri sensi. La sottile provocazione che si può ritrovare in quasi tutte le sue opere costituisce una sorte di shock cognitivo, spronando lo spettatore a riflettere sulla nostra forma di interpretare e in definitiva di vivere la realtà, per lo meno quella che la nostra mente percepisce e immagina. A questo punto entra nel gioco artistico di Giardino anche il concetto della prospettiva, che già Ernest Gombrich aveva definito a suo tempo “forma simbolica”, ossia un modo peculiare di capire la realtà; le prospettive dell’artista italiana sono diverse e ci conducono in un luogo a metà tra la realtà e il sogno, in una specie di rivisitazione di ciò che è stato definito, agli inizi del XX secolo, “realismo magico”.(La sede dell’Istituto Italiano di Cultura: Palacio de Abrantes, calle Mayor, 86. ) (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform