direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Consiglio provinciale di Trento ha nominato consultori per l’emigrazione i consiglieri Denis Paoli (Lega) e  Alex Marini (M5s)

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

 

 

TRENTO – L’aula del Consiglio provinciale di Trento ha nominato consultori per l’emigrazione i consiglieri Denis Paoli (Lega) e  Alex Marini (M5s). Denis Paoli, della maggioranza, ha ottenuto 17 voti. Ad Alex Marini, indicato dalle minoranze, sono andati 15 voti . Denis Paoli in una nota ringrazia i colleghi di maggioranza per la nomina e sottolinea che “si tratta di un incarico delicato e ricco di responsabilità che cercherò di svolgere al meglio, in modo profittevole per curare l’attività di collegamento tra il Trentino e le varie comunità di nostri concittadini all’estero, oltre che sviluppare relazioni utili alla valorizzazione e conoscenza del Trentino nel mondo”.

Paoli ricorda che il consultore, secondo quanto previsto dalla legge provinciale 12/2000, è il referente della Provincia Autonoma di Trento, che rappresenta le collettività trentine nel mondo e collabora al conseguimento dei fini della legge in materia di emigrazione. “Si tratta -evidenzia – di un’attività il cui scopo è rappresentare un costante punto di riferimento per mantenere i rapporti con gli emigrati trentini, con le associazioni, con gli organismi rappresentativi dell’emigrazione italiana, con le autorità locali, con le rappresentanze diplomatiche e gli uffici consolari italiani, con gli istituti italiani di cultura; inoltre contribuisce alla formulazione e all’attuazione degli interventi della Provincia, nonché alla verifica di congruità e di efficacia degli interventi stessi e delle relative spese da sostenersi all’estero”.

“La nomina a consultore per l’emigrazione è grande onore e responsabilità”, rimarca dal canto suo  Alex Marini , ringraziando i consiglieri che gli hanno accordato fiducia e spiegando che le motivazioni che lo hanno portato a mettersi a disposizione per questo ruolo di “grande responsabilità” sono “collegate alle iniziative che avevo promosso nel corso della legislatura e che hanno trovato il sostegno dell’Aula”.

La prima riguarda il voto per i residenti all’estero: “bisogna – dice Marini –  metter mano alle procedure rendendole più efficienti e in tal modo assicurarsi che tutti i trentini che risiedono in Paesi stranieri possano esercitare al meglio il proprio diritto al voto” .

La seconda fa riferimento alla “valorizzazione delle piccole e medie imprese trentine puntando sul rafforzamento della loro dimensione internazionale, anche allacciando rapporti e facendo perno sulle reti di contatti degli emigrati trentini”.

“Il ruolo di consultore per l’emigrazione (definito dalla legge provinciale sugli emigrati trentini n. 12 del 2000) può fare molto per riaffermare i contatti fra le comunità trentine disperse per il mondo e allo stesso tempo per accrescere il benessere dei trentini sia residenti all’estero che in Italia. Il mio impegno – assicura il neo consultore – sarà proprio quello di cercare di sviluppare al massimo queste potenzialità in parte inespresse”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform